Castellfollit de la Roca: scopri l’incredibile “borgo in bilico” costruito su due colate laviche

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Siamo nella provincia di Girona, in Catalogna, e Castellfollit de la Roca non è solo uno dei borghi più piccoli della Spagna ma anche uno dei più spettacolari. Scopriamo insieme perché.

Castellfollit de la Roca
Castellfollit de la Roca (photo credits Pixabay)

Castellfollit de la Roca: dove si trova ed informazioni

Ciò che rende spettacolare questo piccolo borgo medievale di appena 1 km² di estensione è la sua posizione. Si trova infatti alla periferia del Parco Naturale della Zona Vulcanica della Garrotxa ed è arroccato su una rupe di basalto alta 50 metri che si protende per un chilometro di lunghezza a strapiombo sulla vallata sottostante. Questo zoccolo naturale è il risultato dell’azione erosiva dei fiumi Fluvià e Toronell sulla roccia vulcanica durata per migliaia di anni. In particolare lo zoccolo basaltico su cui è adagiato il borgo è composto dalla sovrapposizione di due colate di lava rispettivamente di 217.000 e 190.000 anni.

Ma oltre al suo spaventoso precipizio, sul quale affacciano le antiche abitazioni in pietra di Castellfollit de la Roca come fossero in precario equilibrio, il borgo si distingue anche per la bellezza del suo centro storico che ha mantenuto l’aspetto tipicamente medievale. I vicoli stretti sono sormontati da bassi edifici costruiti con pietre e rocce basaltiche sui quali svetta la Torre dell’Orologio in stile rinascimentale, visitabile salendo una scala a chiocciola, e l’antica chiesa di Sant Salvador, risalente al XIII secolo, che rappresenta il simbolo di Castellfollit de la Roca. Da non perdere poi il belvedere di piazza Josep Pla, un punto panoramico da cui si può ammirare la particolarità del paesaggio del borgo con le sue “case sospese” sul limitare del precipizio.