Apertura impianti Madesimo (Ski area Valchiavenna) la neve a un passo da Milano nella natura incontaminata

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Anche Madesimo si prepara a dare il via alla stagione invernale aprendo gli impianti di risalita. Tutte le informazioni e le novità per la Ski area Valchiavenna.

Madesimo – Ski area Valchiavenna
Val di Lei (photo credit skiareavalchiavenna.it)

Apertura impianti Madesimo (Ski area Valchiavenna): date 2022 ed informazioni

Madesimo si prepara alla stagione invernale 2022/23 con l’apertura impianti fissata per il weekend del 26 novembre. I 40 km di piste da sci, distribuiti fra i 1.500 e i 3.000 metri di quota, sono serviti da moderni impianti e sono facilmente raggiungibili da ogni punto del paese senza l’utilizzo di navette o ski-bus. Gli sportivi potranno salire fino a quota 3.000 metri e scendere dal Pizzo Groppera lungo la Val di Lei, ammirando la bellezza del paesaggio circostante. Le piste da sci sono suddivise per livelli di difficoltà e incontrano le esigenze di tutti gli sciatori: 20 piste blu come la “Serenissima”, 16 rosse come la “Scoiattolo” e 3 piste nere come la “Italo Pedroncelli”. Il Canalone, invece, è uno dei fuoripista più suggestivi delle Alpi perfetto per i più temerari amanti dell’adrenalina. Per gli appassionati di snowboard e freestyle, invece, c’è solo una destinazione: il Madepark, situato a 1.800 metri di altitudine e facilmente raggiungibile con la cabinovia Larici.

I più piccoli possono trascorrere giornate divertenti nell’attrezzato Baby-park Larici, a ridosso dell’omonimo rifugio, dotato di un tapis roulant che trasporta i bambini e gli accompagnatori in vetta al park e permette di scendere con gli sci, gommoni, slittini e bob. Un’uscita con le ciaspole è l’alternativa perfetta per scoprire la montagna d’inverno e la sua bellezza. Tra Madesimo e Isola esistono numerosi itinerari perfetti per ammirare i panorami imbiancati. Il Team Adventure di Madesimo offre escursioni in motoslitta accompagnati da istruttori qualificati per scoprire angoli unici di rara bellezza e raggiungere i 2.100 metri del Passo Spluga, attraversando ghiacciai a pochi passi dal confine svizzero.