Attraversare in bici le foreste e i fiordi della Svezia anche in inverno: Ecco come fare questa esperienza unica

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

In Svezia si pedala tutto l’anno anche con la neve e il ghiaccio perché ci sono piste ciclabili appositamente preparate per le condizioni climatiche invernali. Proprio come l’itinerario che stiamo per presentarvi.

Kattegattleden Svezia
(ph credit Pexels)

Pista ciclabile Kattegattleden: percorso

Lunga 395 km, quella di Kattegattleden è la prima pista ciclabile nazionale in Svezia. Costeggiando la costa ovest tra Helsingborg fino a Goteborg, questo percorso si affaccia sull’Oceano Atlantico, attraversando magnifiche foreste, spiagge, villaggi di pescatori e città storiche. Si può partire dalla caratteristica Città di Helsingborg sull’Oceano, si tocca il Castello di Sofiero fino a Hoganas, attraversando i paesaggi rocciosi della penisola di Kullahalvon e la Riserva Naturale di Kullaberg. Questo primo tratto misura 62 km e ne servono altri 60 km per arrivare a Halmstad, nel cuore della penisola di Bjare che offre viste mozzafiato lungo le spiagge e la magnifica natura delle riserve di Gullbranna e Tonnersa.

La Kattegattleden continua lungo la fascia costiera, lambendo le spiagge di Tylosand, Frosakull, Ringenars e Vilsharad per poi connettersi con Kustvagen, la Via della costa. Verso Steninge, nella contea di Halland, i paesaggi iniziano a cambiare e da brulli di trasformano in rigogliosa campagna fino a Falkenberg, antico borgo medievale caratterizzato dal bel ponte della dogana costruito sul fiume Ätran. Altri 39 km per arrivare a Varberg, toccando la spiaggia di Apelviken, la mecca di surfisti provenienti da tutta Europa. Le spiagge cedono il passo alle scogliere sull’Oceano. Merita una deviazione Tjolöholm Castle, dove, su una penisola nel fiordo di Kungsbacka, si può ammirare l’unico Castello dei Tudor della Svezia. La parte finale del percorso arriva a Goteborg percorrendo tutto il fiordo di Kungsbacka, foreste, baie e pittoreschi porticcioli.