Aumentano le rotte Ryanair in partenza da Torino. E’ il più grande operativo invernale di sempre

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

In questi giorni Ryanair ha celebrato il primo anniversario della base a Torino e per l’occasione ha lanciato l’operativo invernale più grande di sempre. Scopriamolo nei dettagli.

Ryanair nuove rotte Torino
(ph credit Unsplash)

Nuove rotte Ryanair da Torino

Ryanair, la compagnia aerea low cost più famosa in Italia, nei giorni scorsi ha celebrato il primo anniversario della base a Torino e ha annunciato i dettagli del suo più grande operativo per l’inverno 2022/2023, che includerà 34 rotte invernali, di cui sei sono nuove destinazioni da utilizzare per interessanti city-break, come Stoccolma e Praga. Dall’apertura della base di Torino, avvenuta un anno fa, Ryanair ha creato oltre 60 posti di lavoro diretti, contribuendo all’aumento del traffico aereo con 2 milioni di passeggeri. L’operativo per l’inverno 2022/2023 da Torino prevede dunque 34 rotte, tra cui 6 nuove verso Stoccolma, Vilnius, Manchester, Billund, Praga e Breslavia con oltre 230 voli settimanali.

Per consentire ai viaggiatori in partenza da Torino di prenotare le nuove rotte verso una delle destinazioni invernali, Ryanair ha promosso l’offerta con tariffe a partire da soli €24,99 a tratta per viaggi da effettuarsi fino alla fine di marzo 2023 e che dovranno essere prenotati sul sito ufficiale della compagnia aerea low cost entro la mezzanotte di giovedì 8 dicembre. Muro Bolla, Country Manager di Ryanair per l’Italia ha dichiarato: “Dopo aver trasportato 2 milioni di passeggeri dall’apertura della base un anno fa e quasi 13 milioni dal primo volo a Torino nel 1999, Ryanair continua a crescere e a offrire più scelta e maggior affidabilità ai suoi clienti italiani”. Soddisfatto anche Andrea Andorno, Amministratore Delegato di Torino Airport che ha commentato: “Grazie agli investimenti di Ryanair, l’aeroporto di Torino è ripartito con un numero di destinazioni mai così ampio, che hanno aperto nuove occasioni di mobilità per il territorio e per i flussi di turismo incoming in Piemonte, permettendo allo scalo di registrare il suo record di traffico nel mese di agosto”.