Come si andrà al mare questa estate 2020: Quali saranno le regole da rispettare


Estate 2020. Regole e misure di sicurezza da rispettare.

estate-2020-mare



Estate 2020: Regole e misure di sicurezza da rispettare per andare al mare

Uno degli argomenti più caldi dell’ultimo periodo è quello che riguarda le vacanze estate 2020.

Ormai l’estate è alle porte, secondo gli esperti meteo il caldo africano sprigionerà i suoi effetti già dalle metà di maggio 2020 e, come ben sappiamo, siamo in una situazione delicatissima ovvero la Fase 2 che è la convivenza con il coronavirus.

Purtroppo e almeno per il momento, anche se i dati sono abbastanza incoraggianti, la situazione epidemiologica è diversa da Regione a Regione e tutto sarà deciso in relazione all’andamento del contagio nelle prossime settimane.

estate-mare-barca

Anche se le decisioni che riguardano la stagione balneare 2019 sono allo studio e le scelte e le linee guida verranno prese dal Comitato Tecnico Scientifico, a partire dal 4 maggio 2020 le località di mare e, quindi, stabilimenti balneari e tutte le strutture ricettive inizieranno trovare la “soluzione giusta al problema”, se così possiamo dire.


Leggi anche: Previsioni Meteo Estate 2020: Da metà giugno arriva il gran Caldo

Il problema più grande è quello riuscire a gestire le spiagge libere che non sono controllate ed è possibile che si verifichino assembramenti e in questo caso sono due le ipotesi, o verranno chiuse o verranno rigorosamente controllate da vigili urbani o dai membri della Protezione Civile.

Ad oggi, dare delle linee guida per quanto riguarda la prossima stagione balneare, potrebbe essere inesatto quindi parliamo di ipotesi che a loro volta non sono proprio inesatte perchè sono già in fase di studio da parte degli operatori turistici.

Ricordiamo anche se le regole e le misure di sicurezza saranno uguali per tutti (fatta eccezione di ordinanze regionali o comunali) ci sono alcune Regioni come ad esempio le Marche che ha deciso di partire con la stagione balneare il 29 maggio 2020, c’è invece chi aspetta ancora direttive e chi ha deciso di non voler “partecipare”, almeno per quest’anno, alla stagione estiva.

estate-mare-regole

Come si andrà al mare in estate: Ipotesi

Quasi sicuramente si potrà andare al mare, potranno essere raggiunte le seconde case che sono davvero tantissime e di certo non si potranno organizzare vacanze all’estero.

Già da tempo si pensava di utilizzare strutture protettive in plexiglass per evitare contatti in spiaggia ma, a quanto sembra, questa ipotesi è tramontata perchè non idonea con il troppo caldo e con il riciclo dell’aria all’interno della struttura.

estate-mare-lido

Si potrà andare in vacanza in un’altra Regione

Sempre in relazione all’andamento della curva dei contagi da covid-19 si sta vagliando l’ipotesi di poter trascorrere le vacanze estive al di fuori della Regione di appartenenza ma, in questo caso, bisogna conoscere bene non solo le direttive nazionali ma anche quelle regionali in quanto la Sardegna sta pensando di far trascorrere le vacanze sul proprio territorio solo ai possessori di una sorta di passaporto sanitario con certificato di tampone negativo al Covid-19.

estate-mare-distanziamento

Si potrà andare in hotel, villaggio o campeggio

Per quanto riguarda hotel, B&B ed alberghi, anche se non ci sono notizie certe, si pensa che possano aprire con cautela facendo sanificazioni extra e chiudendo gli spazi comuni per evitare assembramenti.

Per quanto riguarda i villaggi ed i campeggi il discorso è più complicato in quanto anche se gli “ambienti” potrebbero risultare più dispersivi il problema riguarda sempre i luoghi comuni, come nel caso dei campeggi docce in comune e bagni in comune.

estate-mare-campeggio

Quali saranno le regole negli stabilimenti balneari

Passando agli stabilimenti balneari, secondo le prime indiscrezioni, verrà quasi sicuramente fatto obbligo di utilizzo di app e termoscanner.

Gli ingressi agli stabilimenti balneari di certo saranno scaglionati, potrebbero essere a tempo e le prenotazioni dovranno essere nominative al fine di riuscire a risalire ad un possibile individuo contagiato.

Sarà vietata qualsiasi tipo di attività in spiaggia sia per grandi che per bambini e per evitare assembramenti in zone comuni come ad esempio bar verrà proposto il servizio in spiaggia.

Quasi probabilmente verrano chiuse le zone dove consumare i pasti e questi potranno essere consumati direttamente sotto l’ombrellone.

Sarà prevista una continua ed adeguata sanificazione dei luoghi da parte degli operatori turistici e si sta pensando a percorsi guidati per evitare contatti tra gli ospiti.

estate-mare-stabilimenti-balneari

Per quanto riguarda la distanza tra gli ombrelloni, l’ipotesi è quella di distanziare le file almeno di 5 metri mentre gli ombrelloni della stessa fila dovranno stare ad una distanza compresa tra 3 metri e 4,5 metri.

Si prevede anche un’ingresso scaglionato in acqua e i bagnini saranno obbligati a verificare la corretta attuazione delle regole evitando assembramenti soprattutto tra bambini.

Al momento non ci sono notizie per quanto riguarda l’uso della mascherina in mare o sulla spiaggia ma di certo dovrà essere indossata in alcuni momenti come all’ingresso del lido e in altre situazioni che potrebbero risultare pericolose.

Concludiamo che almeno per il momento queste potrebbero essere le migliori ipotesi per dare il via alla prossima stagione balneare e ricordiamo che tutto dipenderà dall’andamento della curva di contagio Regione per Regione.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta