Coronavirus: Antiparassitario lo uccide in 48 ore


Ivermectina: Farmaco antiparassitario/antielmintico testato in Australia è efficace contro il COVID-19.

corona-ivermectin


Ivermectina cosa è e a cosa serve

Buone notizie in merito alla lotta al coronavirus arrivano dall’Australia dove un team di ricercatori e scienziati dell’Università Monash di Clayton che hanno collaborato a stretto contatto con il Victorian Infectious Diseases Reference Laboratory presso il Royal Melbourne Hospital che, a sua volta fa parte del Peter Doherty Institute for Infection and Immunity, ha pubblicato su “Antiviral Research” che il farmaco antiparassitario, l’Ivermectina, già disponibile nella maggior parte dei Paesi nel Mondo, compresa l’Italia, è in grado di uccidere il virus SARS-CoV-2 in sole 48 ore dalla sommonistrazione.

Lo studio pre-clinico in vitro ha dato eccellenti risultati in quanto una singola dose di ivermectin è stata in grado di bloccare la crescita dell’agente patogeno in coltura eliminando tutto il materiale genetico in 48 ore.


Leggi anche: Coronavirus: Farmaco a Napoli ha avuto effetti positivi

L’Ivermectin, in italiano Ivermectina, è un farmaco antiparassitario/antielmintico che ha dimostrato la sua particolare efficacia anche contro altri virus come Dengue, Zika, semplice influenza stagionale ed HIV ed è stato approvato dalla FDA Americana (Food and Drug Administration).

corona-2-aprile

Secondo gli scienziati, le fasi successive di ricerca verranno condotte per cercare il corretto e sicuro dosaggio da testare sull’essere umano e Kylie Wagstaff, i capo e coordinatore di questo studio speranzoso, ha dichiarato:“Abbiamo scoperto che anche una singola dose potrebbe avere la potenzialità di rimuovere tutto l’Rna virale in 48 ore e che anche a 24 ore si è verificata una riduzione davvero significativa”.

C’è anche da dire che l’Ivermectina è un farmaco molto sicuro che è stato ampiamente utilizzato nel tempo e potrebbe aiutare le persone infette dal COVID-19 in quanto lo sviluppo di un efficace vaccino è ancora abbastanza lontano.

Il Virologo Leon Caly del Royal Melbourne Hospital che ha fatto parte del team che per primo ha isolato e condiviso, fuori dalla Cina, il virus SARS-CoV-2 ha dichiarato:“Sono entusiasta della prospettiva che la ivermectina venga utilizzata come potenziale farmaco contro COVID-19. L’utilizzo di questo medicinale medicinale per combattere il Covid-19 dipenderà dai risultati di ulteriori test pre-clinici e soprattutto di studi clinici”.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta