Coronavirus e Meteo: Primavera ed Estate possono incidere sull’Epidemia?


Diffusione del Coronavirus: le “belle stagioni” potrebbero giocare un ruolo importante in merito?

corana-piogge


Emergenza Coronavirus: Quanto contano le stagioni, clima e temperature

Ormai l’emergenza Coronavirus è nelle nostre menti, stiamo assistendo a momenti di paura che stanno sfociando in momenti di pura follia e la testimonianza è la fuga avvenuta ieri sera dalla stazione di Milano Porta Garibaldi da parte di cittadini originari dalle Regioni del Centro Sud Italia che risiedevano appunto a Milano o per lavoro o per studio che hanno mal pensato di fare ritorno nella propria terra dopo aver capito che oggi 8 marzo 2020 il decreto Conte avrebbe chiuso preventivamente la Lombardia.

Ma non soffermiamoci su questo anche perchè questa notizia è ormai in ogni dove ma cerchiamo di capire cosa potrebbe accadere con l’avvento della primavera e dell’estate in questa “situazione di coronavirus”.


Leggi anche: Emergenza Coronavirus e Bollettino Italia 8 Aprile: Lieve aumento dei contagi rispetto a ieri ma forti segnali di ripresa

corona-prevenzione

Ovviamente ci sono teorie discordanti da parte degli scienziati e i virologi di tutto il mondo ma una cosa certa è stata dichiarata da Walter Ricciardi, rappresentate dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e consigliere del Ministro della Salute Roberto Speranza, ed ha detto:”Il caldo e la buona stagione tradizionalmente aumentano la possibilità di combattere i virus respiratori, però il destino di questa crisi sarà legato alle scelte che noi faremo, non solo in Italia ma in tutto il mondo”.

Anche se il coronavirus “ama vivere” a basse temperature non è assolutamente detto che possa scomparire con l’avvento della primavera e dell’estate e il virologo dell’Università degli studi di Milano nonchè direttore scientifico dell’Istituto Galeazzi è stato ben chiaro in merito:“È vero che il Coronavirus vive bene intorno ai 4 gradi, ma il motivo per cui solitamente i virus scompaiono in primavera non è dato tanto o solo dal caldo quanto dai diversi comportamenti delle persone. L’unico vantaggio del caldo è che cesserà quantomeno l’influenza stagionale, che crea panico perché ha sintomi simili a quelli del Coronavirus”.

corona-primavera

Rapporto tra Meteo e Virus Standard e tra Meteo e Covid-19

Il rapporto tra meteo e i virus che potremmo definirli “standard” è totalmente diverso dal rapporto tra il meteo e il coronavirus perchè i primi tendono a non sopravvivere quando le temperature si alzano mentre del Covid-19 ancora non si conoscono bene tutte le caratteristiche.

La cosa positiva dell’avvento della primavera o dell’estate è che si trascorre molto più tempo all’aria aperta quindi i luoghi al chiuso dove il contatto ravvicinato è inevitabile sono di regola meno frequentati.

Altra cosa da prendere in considerazione è che la popolazione non è mai entrata in contatto con e sviluppato anticorpi contro questo nuovo virus, quindi, anche qualora il Coronavirus seguisse una stagionalità, è probabile che continueremo a vedere anche in estate un maggior numero di casi rispetto ad altre malattie infettive che il nostro sistema immunitario ha già avuto modo di conoscere.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta