Coronavirus e Sciacallaggio mediatico


Coronavirus cosa sta succedendo su social, giornali e televisione.

corona-sciacallaggio


Cosa è lo Sciacallaggio Mediatico

Come abbiamo già detto in articoli precedenti, l’intero Pianeta sta vivendo momenti di angoscia per colpa dell’effetto coronavirus che almeno in Italia ha messo letteralmente in ginocchio l’economia che di per se non era delle più fiorenti.

Si è fermato un intero sistema che abbraccia tutti i campi e, vista la “gravità” della situazione, se così possiamo dire, il settore più in crisi attualmente è quello del turismo.

Oltre altre allo sciacallaggio materiale (igienizzanti mani e mascherine protettive) che fin dall’inizio è stato argomento di forte critica anche lo sciacallaggio mediatico è negli ultimi giorni oggetto di discussione ed è stato paragonato ad una sorta di terrorismo mediatico che alimenta fobie e paure anziché dare informazioni corrette sulla delicata situazione.


Leggi anche: Coronavirus – Tutta la verità sui Viaggi

In merito si stanno muovendo anche i capi delle Forze Politiche Italiane e nelle ultime ore stanno girando voci che è stata presentata una vera e propria proposta di legge sullo sciacallaggio mediatico che ha l’obbiettivo di censurare su social e testate giornalistiche online ogni comunicazione volta ad alimentare, attraverso notizie false, un clima divisivo e una psicosi ingiustificata.

corona-social

Coronavirus denunciati giornali italiani per aver dato un’immagine distorta dell’Italia

L’Associazione Italiana Agenti di Viaggio e Tour Operator (AIAV), qualche giorno fa ha denunciato e querelato alcune testate giornalistiche per reati connessi all’aver diffuso e procurato allarme sociale con titoli di prima pagina e articoli dai contenuti ben lontani dalla verità.

Sempre l’AIAV ha inviato anche inviato una lettera di diffida al Codacons con la richiesta di cessare immediatamente la divulgazione di messaggi volti ad illudere i viaggiatori/consumatori sulle possibilità di annullare i viaggi e vacanze senza doverne pagare penali (CORONAVIRUS A CHI SPETTA IL RIMBORSO).

corona-bufale

Anzichè speculare su una cosa importante come questa del Coronavirus pericolosa o meno pericolosa chi che sia, tutti i social e le testate giornalistiche dovrebbero sensibilizzarsi a riguardo con la consapevolezza di fornire notizie decise, dettagliate e veritiere per evitare inutili malcontenti.

Vi consigliamo, a questo punto, di evitare di prendere in considerazione fake news e di prendere informazioni solo da enti legittimati.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta