Emergenza Coronavirus: Bozza nuovo Decreto del Governo ed Ipotesi proroga misure restrittive fino al 31 Luglio


Coronavirus: Bozza del Nuovo Decreto anti-coronavirus. Cosa Prevede.

coronavirus-nuovo-decreto


Nuova Bozza di Decreto cosa prevede

Dovrebbe essere attualmente in discussione a Palazzo Chigi il Nuovo Decreto del Governo che dovrebbe riordinare le misure restrittive messe in campo fino ad ora contro la diffusione del COVID-19 ed è ipotizzabile che le misure di contenimento possano essere prorogabili e modificabili fino al 31 luglio 2020.

Nell’attuale bozza del nuovo decreto è previsto l’inasprimento delle sanzioni nel tentativo di ridurre il numero delle persone che continuano a trasgredire le norme previste nei provvedimenti.

Sono previste multe fino a 4.000 euro per chi esce di casa senza comprovate esigenze di necessità, motivi di salute o esigenze lavorative e la confisca del proprio mezzo di trasporto.

Per quanto riguarda la proroga dei divieti di uscire dalla proprie abitazioni e la chiusura di parchi e ville si prevede che questi “possono essere adottate per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al 31 luglio 2020 e con possibilità di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del predetto virus”.


Leggi anche: Emergenza Coronavirus: Decreto in arrivo per aiutare famiglie ed imprese

In sostanza questo nuovo Decreto del Governo sarà composto da 5 articoli (ancora non ben definiti e suscettibili di variazioni) che tenderanno ad uniformare il quadro normativo su tutto il territorio nazionale e dovrà sostituire o aggiornare il primo decreto varato a fine febbraio per istituire le prime zone rosse.

corona-conte-nuovo-decreto

Ipotesi che le Regioni ed i Comuni possano modificare le misure per 7 giorni

Tutti gli Enti Locali, grazie a questo nuovo decreto, tenuto conto delle specifiche situazioni, potranno sospendere o aumentare le misure di restrizione infatti è previsto che:“Le Regioni, in relazione a specifiche situazioni di aggravamento ovvero di attenuazione del rischio sanitario verificatesi nel loro territorio o in una parte di esso, possono introdurre ovvero sospendere, limitatamente a detti ambiti territoriali, l’applicazione di una o più delle misure. Qualora tali misure si applichino su tutto il territorio regionale, ovvero su oltre la metà di esso o a oltre la metà della popolazione residente nella regione, la loro efficacia è limitata a sette giorni e, entro ventiquattro ore dalla loro adozione, è formulata proposta al Presidente del Consiglio dei ministri, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, per la loro conferma con il decreto ivi previsto. Le misure non possono essere in alcun caso reiterate altrimenti sono inefficaci. La stessa possibilità è concessa ai sindaci”.

corona-esercito

Nuovo decreto del Governo e Intervento dell’Esercito

Altro punto fondamentale riguarda lo “spiegamento dell’esercito” e, in merito, il testo del decreto prevede che:“Il prefetto informando preventivamente il ministro dell’Interno, assicura l’esecuzione delle misure avvalendosi delle Forze di polizia e, ove occorra, delle Forze armate, sentiti i competenti comandi territoriali. Al personale delle Forze armate impiegato, previo provvedimento del prefetto competente, per assicurare l’esecuzione delle misure di contenimento è attribuita la qualifica di agente di pubblica sicurezza”.

Non appena possibile potremmo darvi notizie ancora più precise soprattutto per quanto riguarda le attività commerciali.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta