Emergenza Coronavirus: Questa sarà la settimana decisiva


Coronavirus parlano gli esperti: Picco in arrivo. Sarà un periodo di risposte!

corona-news


Emergenza Coronavirus: Quanto durerà la Stretta

Dopo tantissime ipotesi elaborate negli ultimi giorni, gli scienziati, i virologi e tutti gli esperti coinvolti nella lotta al COVID-19 ormai non hanno più dubbi e sono convinti che questa settimana sarà cruciale per il destino dell’Italia.

Il Professore Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, che ogni giorno siede al fianco di Angelo Borrelli il Capo della Protezione Civile Italiana per la consueta conferenza stampa sui dati della giornata riguardanti l’emergenza coronavirus, ha dichiarato:“Per la prima volta c’è stato un calo significativo ovvero circa mille contagi in meno rispetto alle 24 ore precedenti, ma è ancora presto per cantar vittoria. Se la parabola discendente è stata imboccata ce lo dirà solo il tempo. Intanto continua ad essere decisivo restare a casa per rallentare il contagio. L’11 marzo sono state applicate le forme di contrasto della diffusione del virus più rigorose. Il tempo massimo di incubazione è di due settimane, presto dovrebbe esaurirsi il numero di coloro che sono stati contagiati prima della chiusura dell’Italia. In sintesi: a metà settimana potremmo capire molte cose”.


Leggi anche: Coronavirus: Primo paziente guarito a Genova e novità in arrivo dalla Francia

I massimi esperti dell’Istituto Nazionale di Sanità cono sempre più convinti che il cosiddetto Lockdown sta producendo i suoi effetti e che la diffusione del COVID-19 fuori dalla Lombardia può rallentare in modo esponenziale.

corona-maschera

C’è anche da sottolineare un fattore importantissimo ovvero quello dei cosiddetti contagiati silenziosi o senza sintomi che, secondo una ricerca effettuata in Cina, sono pari ad un terzo del totale della popolazione e, di conseguenza, debellare la diffusione del virus sarà molto più complicato.

Almeno per il momento non è assolutamente realistico pensare di poter tornare alla normalità il prossimo 3 aprile, di certo le misure restrittive imposte dal Governo non cesseranno di produrre i loro effetti fin da subito ci sarà, sicuramente, un periodo di mantenimento.

Per quanto riguarda il Lockdown nessun esperto prevede al momento quale sarà la durata e, se tutto andrà bene o come previsto, da maggio si potrà auspicare ad un allentamento delle misure.

Ci avviciniamo anche all’estate e la probabile riapertura delle strutture alberghiere, dei bar e dei ristoranti dovrà essere graduale, bisognerà in ogni caso rispettare le misure di sicurezza anche perchè ci sono molti Paesi in Europa che sono indietro rispetto all’Italia per quanto riguarda la diffusione del coronavirus.

corona-paesi-2

Purtroppo in Italia siamo partiti con le restrizioni troppo tardi, ormai il coronavirus si era nascosto dietro nelle pieghe del “tradizionale” picco influenzale, a gennaio e febbraio tutte le attività erano ancora aperte, si svolgevano ancora partite di calcio e concerti e questo ha portato alla situazione critica in qui sta versando l’Italia.

In ogni caso questa sarà la settimana decisiva, potrà al massimo slittare all’altra, ma gli esperti sono più che convinti che si inizieranno per fortuna a “tirare le somme” e che il picco del coronavirus si avrà in tempi differenti e in tutte le Regioni Italiane.

Concludiamo dicendo che per ritornare alla vita di prima bisognerà aspettare con pazienza, bisognerà proteggere di più gli anziani, riorganizzare il sistema sanitario, progettare un nuovo equilibrio economico e molto dipenderà da quanto tempo la scienza impiegherà per trovare cure e vaccini.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta