Gestire il rifugio più antico delle Dolomiti: un’esperienza di vita unica ed imperdibile


Il Rifugio Nuvolau è in assoluto il più antico delle Dolomiti e dopo 40 anni è di nuovo in cerca di un gestore. Ecco quando e come presentare la domanda.

rifugio-nuvolau


Rifugio Nuvolau informazioni

Questo 2021 è una anno molto particolare anche per quanto riguarda la gestione di alcuni dei Rifugi storici di Montagna.

Purtroppo a gennaio 2021 sono scaduti i bandi per la gestione del Rifugio Boz situato a 1718 metri s.l.m. nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi e del Rifugio Antelao che si trova ad un’altitudine di 1796 metri s.l.m. ed è in assoluto il più amato del Cadore.

dolomites-5764465_1280

Rifugio Nuvolau dove si trova e requisiti richiesti per la gestione

Fatta questa breve parentesi informativa adesso iniziamo a parlare del Rifugio Nuvolau che è in assoluto il rifugio più antico delle Dolomiti.


Leggi anche: I 10 posti più belli e romantici delle Dolomiti dove scattare fotografie d’autore

Il Rifugio Nuvolau si trova ad un’altitudine di 2575 metri s.l.m. nel cuore dell’incredibile contesto naturalistico e paesaggistico delle meravigliose Dolomiti Ampezzane e dopo 40 anni non ha più chi lo gestisce in quanto gli storici gestori, Mansueto Siorpaes e sua moglie Giovanna, hanno deciso di “abbandonare questa bellissima esperienza”, insomma l’esperienza della loro vita.

A tal proposito il CAI di Cortina d’Ampezzo ha pubblicato un bando per affidare in gestione il Rifugio Nuvolau.

Per la gestione del Rifugio Nuvolau sono ovviamente chiesti dei requisiti:

  • Capacità di valorizzare il territorio
  • Capacità di rispettare e presidiare uno dei simboli della montagna e dell’alpinismo tricolore
  • Condivisione dei valori CAI
  • Conoscenza dei luoghi e delle loro caratteristiche
  • Spirito di adattamento

dolomiti-rifugio-nuvolau

Il termine di presentazione della domanda è il prossimo 15 febbraio 2021 ed è possibile presentarla direttamente sul sito www.caicortina.org

Il Rifugio Nuvolau è stato realizzato nel lontano 1883 sulla sommità dell’omonimo monte e per volere barone tedesco Richard Von Meerheimb che in questo territorio soggiornò per curarsi da una grave malattia.

Nel 1877 il poeta ed alpinista austriaco Paul Grohmann nella sua opera dal titolo Wanderungen in den Dolomiten scrisse:“Un mare di montagne è davanti a noi, e sarebbe inutile volerle elencare o descrivere. Soltanto la macchina fotografica potrebbe fissare le nostre impressioni…”.


Potrebbe interessarti: I 7 borghi più belli delle Dolomiti

Il Rifugio Nuvolau si trova lungo il percorso dell’Alta Via n°1 delle Dolomiti e può essere raggiunto grazie ad escursioni a dir poco incredibili.

Per vivere al massimo un’esperienza del genere ci vuole spirito di sacrificio e, soprattutto, di adattamento e vi assicuriamo che il fascino quasi primordiale ed estremamente genuino delle Dolomiti Ampezzane è ciò che fa la differenza.

Gestire l’incredibile Rifugio Nuvolau significa vivere un’esperienza straordinaria in montagna entrando in contatto diretto con una natura autentica e incontaminata.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta