L’hotel non corrisponde a quanto dichiarato su internet? Ecco come ottenere il rimborso per le vacanze rovinate

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Dopo il caso del turista milanese risarcito da una struttura in Puglia perchè la casa vacanza non rispondeva a quanto dichiarato su internet, ecco cosa fare per ottenere il rimborso in caso di vacanze rovinate.

rimborso-vacanza-rovinata

Hotel da incubo: quando la realtà non corrisponde al virtuale

Sta facendo da apripista il caso del turista milanese che, trovando l’alloggio non corrispondente a quanto descritto e pubblicizzato sulla piattaforma online che aveva utilizzato per prenotare, ha deciso di fare ricorso contro l’albergo, ottenendo il totale rimborso delle spese sostenute. Ma cosa fare quando ci troviamo in una situazione del genere. Perché può capitare di arrivare nella struttura prenotata per le vacanze e trovare un ambiente diverso rispetto a quello descritto online. Prima di tutto se la stanza è sporca, non in ordine o comunque differente da quanto dichiarato online, il cliente ha diritto di chiedere un cambio stanza o la pulizia immediata.

Ma se l’hotel è proprio diverso dalle foto con cui viene pubblicizzato, il cliente, oltre a chiedere il cambiamento della sistemazione, può anche chiedere alla struttura il risarcimento del danno per vacanza rovinata. Lo prevede l’articolo 47 del Codice del Turismo dove si legge che “il tempo di vacanza inutilmente trascorso e l’irripetibilità dell’occasione perduta” deve essere risarcito. Questo naturalmente a patto che la struttura ricettiva sia oggettivamente e completamente diversa da quella presentata sulle foto e descrizione online. In questo caso si può ottenere il rimborso. E non solo dal proprietario della struttura ma anche dal tour operator secondo la sentenza della Corte di Cassazione n. 5683 del 23 marzo 2016.

Potrebbe interessarti Rimborso ritardo Trenitalia