Nuovo modulo di autocertificazione cosa è cambiato ed informazioni


Cambia di nuovo il modulo di autocertificazione: Cose da sapere!

coronavirus-nuovo-modulo


Emergenza Coronavirus e Nuovo Modulo di Autocertificazione: Nuove regole e cose da sapere

Ieri 23 marzo 2020 il Capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, alla luce del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte contenente ulteriori misure restrittive per arginare la diffusione del COVID-19 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ha inviato ai prefetti una circolare che prevede il nuovo cambio del modulo di autocertificazione per i cittadini che intendono spostarsi.

Rispetto al precedente modulo dello scorso 17 marzo, Non si dichiara solo di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al COVID-19 di cui all’articolo 1, comma 1, lettera c), del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020 ma deve essere indicato anche l’indirizzo da cui è iniziato lo spostamento nonché il luogo di destinazione.


Leggi anche: Nuovo Modulo di autocertificazione: cose da sapere ed informazioni utili

Bisogna altresì indicare, oltre alla residenza, anche il domicilio e ella prima parte, tra i provvedimenti di cui deve dichiarare di essere a conoscenza, ci sono anche il Dpcm del 22 marzo e l’ordinanza del ministero della salute del 20 marzo concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone sul territorio nazionale.

Per quanto riguarda i Motivi dello spostamenti, restano le Comprovate esigenze lavorative, i Motivi di salute e la Situazione di necessità mentre la voce Assoluta urgenza sostituisce quella del Rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza, in quanto viene recepito il dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all’altro.

Resta invariata la Situazione di necessità per spostamenti all’interno dello stesso comune, come già previsto dai Dpcm dell’8 e del 9 marzo.

corona-polizia-municipale

Dove scaricare il nuovo modulo e cosa fare se non si ha una stampante

Il Nuovo Modulo di Autocertificazione può essere scaricato direttamente dal sito web del Viminale (anche da altri siti web in formato PDF).

Per chi non possiede una stampante dovrà semplicemente ricopiare a mano il nuovo modulo di autocertificazione per poi compilarlo.

corona-blocco

Nuove Sanzioni in arrivo

Già da oggi martedì 24 marzo 2020 il Consiglio dei Ministri potrebbe approvare un inasprimento delle sanzioni per chi viola i suddetti divieti e la sanzione amministrativa prevista si aggira intorno ai 2.000 euro.

Ricordiamo anche che “Il modulo deve essere presentato obbligatoriamente in caso di controllo”.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta