Quando si azzereranno definitivamente i contagi di Coronavirus in Italia: Le Previsioni


Data dei Contagi Zero in Italia. Previsioni Regione per Regione.

corona-azzeramento-contagi


Emergenza Coronavirus: Quando finiranno i contagi

Secondo uno studio condotto dall’Einaudi Institute for Economics and Finance (EIFE) di Roma e sulla base dei dati disponibili, l’azzeramento dei contagi da COVID-19 potrebbero azzerarsi tra il 5 e il 16 maggio 2020.

Sempre secondo le previsioni dell’Istituto Einaudi di Roma ci sono alcune regioni come Piemonte e Veneto che possono raggiungere l’azzeramento dei contagi già verso la metà di aprile ma, ovviamente, nulla è ancora certo.

Le prime proiezioni attendibili sulla data alla quale l’intero Paese arriverà alla fatidica quota zero contagiati sono state elaborate, statisticamente parlando, sui dati forniti giorno per giorno dalla Protezione Civile Italiana.


Leggi anche: Emergenza Coronavirus: Bollettino di oggi 22 Marzo e News da Mondo

Grazie alle variazione quotidiane e alla loro evoluzione nel tempo, l’Istituto Einaudi guidata in questo lavoro da Franco Peracchi, affiliato anche alla Georgetown University e all’Università di Tor Vergata, formula le proprie estrapolazioni.

corona-zero-contagi

Abbiamo già accennato che le nuove diagnosi di COVID-19 potranno azzerarsi tra il 5 e il 16 maggio e la differenza di questo arco temprale, ovvero dei 10 giorni tra le due date, dipende dai metodi di calcolo prescelti.

Nel primo caso si valutano i valori mediani ovvero quelli al centro della distribuzione delle probabilità fra le evenienze peggiori e migliori mentre nel secondo caso si prendono in considerazione anche eventuali valori estremi e fuori dalla norma delle prossime settimane.

Secondo i dati elaborati dall’EIFE, e come potrete ben vedere nella foto sopra, ci sono alcune Regioni in Italia che sembrano essere decisamente più avanti di altre nel contenere l’epidemia e raggiungere l’obiettivo del giorno-zero, quello in cui nessun nuovo contagio verrà constatato dai test.

corona-luigi-guiso

Secondo quanto dichiarato da Luigi Guiso, che è uno degli economisti italiani più influenti al mondo ed è docente i Household Finance dell’Eief, le estrapolazioni vanno prese come un’indicazione di tendenza, un’idea di dove stiamo planando con le misure di contenimento.

Sempre secondo quanto afferma Luigi Guiso:“Verso la fine di questa settimana dovremmo avere dati più precisi e più stabili. Dato che le diverse regioni del Paese sembrano dirette verso il giorno-zero in tempi anche molto diverse, con uno scarto di quattro settimane fra la prima e l’ultima propongo di utilizzare i primi territori a zero contagi per tentare sperimentazioni sulle modalità più sicure di avviare riaperture graduali delle imprese e della vita civile. Naturalmente i blocchi alla circolazione fra i diversi territori del Paese dovrebbero restare in vigore ma potremmo iniziare tra qualche settimana, nelle regioni più avanzate, a misurare le modalità più sicure per ripartire”.

Come potete notare dalla foto, almeno per il momento, sono escluse dalla possibile data dei Contagi Zero le Marche, la Sardegna e la Basilicata.

Ricordiamo che l’Einaudi Institute for Economics and Finance (Eief) è un centro di ricerca universitaria di Roma sostenuto dalla Banca d’Italia ma del tutto indipendente, avvia in questi giorni un lavoro di ricerca che mancava.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta