Sulle piste da sci del Cuneese arriva lo skipass flessibile con prezzi differenti a seconda dei giorni

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Il prezzo cambia in base al giorno: è la novità introdotta sulle piste del Mondolè e di Limone grazie allo skipass flessibile. Vediamo di cosa si tratta e quanto conviene. 

skipass comprensorio sciistico cuneo
(photo credit Pixabay)

Skipass flessibile per sciare nel Cuneese

Per sciare sulle piste del Cuneese ci sarà un biglietto che cambia prezzo in base ai giorni e all’andamento del mercato. Così i due comprensori sciistici di Mondolè e Riserva Bianca puntano sulla flessibilità per affrontare i rincari e i cambiamenti che sembrano caratterizzare l’inverno alle porte. Si tratta anche di una novità strategica: perché se è cresciuto il numero di sciatori che acquista lo skipass online, da quest’anno fare il biglietto alle biglietterie si pagherà di più in quanto l’aumento sarà fisso per tutta la stagione. Invece acquistando lo skipass online si potrà risparmiare in base alle date meno affollate. E con priorità in caso di contingentamento e altri vantaggi. Spiega Gianluca Oliva, amministratore della Prato Nevoso spa che gestisce il Mondolè con gli impianti di Prato Nevoso, Artesina e Frabosa Soprana: «Quella che ci stiamo preparando a vivere è una stagione critica, senza precedenti. L’aumento dei costi energetici, compresi quelli per produrre la neve artificiale, ha costretto le società degli impianti di risalita ad adottare una soluzione che renda sostenibile l’apertura delle piste: lo skipass dinamico. Si parte da 27 euro per le date più convenienti. Abbiamo preferito questa soluzione anziché l’aumento fisso del 30% perché crediamo premi innanzitutto gli sciatori, cioè i clienti attorno ai quali ruota tutto il mondo della montagna. Senza di loro non c’è futuro».

Ed è dello stesso avviso anche Antonella Zanotti, amministratore delegato della Lift che gestisce gli impianti della Riserva Bianca a Limone: «Abbiamo deciso di provare con lo skipass dynamic pricing perché diversamente l’aumento sarebbe stato troppo impegnativo per gli sciatori. E nessuno vuole penalizzarli. D’altronde con le bollette energetiche che ci siamo trovati a pagare non ci sono molte alternative. Il biglietto dinamico ne offre una. Avremo così giornate sottocosto e altre dove lo skipass costerà decisamente di più. Una formula che credo diventerà utile anche per il futuro e che incentiverà in modo sensibile la vendita online, come peraltro già accade per treni, aerei e alberghi». Al Mondolé, inoltre, è prevista anche un’ulteriore garanzia legata all’acquisto online. Aggiungendo tre euro di tariffa fissa al prezzo del biglietto online gli sciatori potranno rinunciare alla prenotazione entro 48 ore e ricevere un voucher dello stesso valore da utilizzare in altre date.