Gli eremi più belli e straordinari d’Italia dove ritirarsi in totale silenzio e tranquillità

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Per una vacanza all’insegna del relax e della tranquillità visitare un eremo è un’idea da prendere in considerazione: luoghi affascinanti immersi nella natura restando nel nostro Paese.

Eremo di Greccio
Eremo di Greccio

Eremi d’Italia dove andare a dormire: quali sono e dove si trovano

Se parliamo di pace e tranquillità in Italia vengono in mente le verdi colline toscane e proprio in provincia di Arezzo c’è l’eremo dei Camaldoli immerso in uno scenario naturale incontaminato tra foreste e rigogliosi faggeti. Dall’alto della cima di questo complesso dell’XI secolo si può scorgere una bellissima vista sulla natura circostante. Sempre restando nella terra di Dante in provincia di Lucca a San Colombano si trova un eremo a strapiombo che sembra essere tutt’uno con la roccia: per raggiungerlo bisogna salire cento scalini ma la bellezza del posto ripagherà ogni sforzo.

Cambiando regione e approdando in Abruzzo esattamente nella Valle del Liri si trova l’eremo di Santo Spirito praticamente incastonato nella roccia e, sempre nel territorio abruzzese, si trova quello di San Bartolomeo a 700 metri di altezza. A Genga nelle Marche c’è sia l’eremo di Santa Maria Infra Saxa che lo splendido Tempio del Valadier quindi vale la pena trascorrerci un fine settimana.

Nel Lazio si trova il famoso Santuario di Greccio, noto perché San Francesco nel 1223 inventò il presepe. A strapiombo sulle acque del Lago Maggiore c’è l’Eremo di Santa Caterina del Sasso invece in Trentino sorge il Santuario di San Romedio nella Val di Non. Questo santuario si trova a 70 metri di altezza e si chiama così perché San Romedio ci visse da eremita.