4 giardini più incredibili e straordinari di Dubai dove vivere strepitose esperienze immersive tra arte e natura

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

A Dubai parchi e giardini non sono soltanto aree verdi dove passeggiare ma vere e proprie esperienze tutte da vivere tra arte, installazioni e natura.

Dubai Miracle Garden
(photo credit Miracle Garden)

Giardini più belli di Dubai: quali sono

Sembrerebbe strano ma a Dubai alcuni parchi sono stati realizzati per dare aree verdi alla comunità ma ve ne sono alcuni che rappresentano attrazioni di grande richiamo. Tra questi ultimi c’è il Dubai Miracle Garden che apre in autunno fino alla primavera per mostrare i suoi speciali e magnifici allestimenti floreali. Ma non solo, perché il giardino cambia ogni anno. Giunto alla sua undicesima stagione, quest’anno Dubai Miracle Garden può vantare circa 150 milioni di fiori e nuove attrazioni floreali. Il Villaggio dei Puffi è stato rinnovato in questi giorni. In occasione dei Mondiali infatti i modellini dei Puffi indossano le maglie da calcio delle varie squadre nazionali partecipanti. Da non perdere, accanto al Miragle Garden, il Dubai Butterfly Garden, il più grande giardino di farfalle al coperto della regione e il più grande del mondo. Il giardino è stato inaugurato nel 2015 e ospita oltre 15.000 farfalle di 50 specie differenti.

Tra gli altri giardini celebri di Dubai vi è il Garden in the Sky, la torre di osservazione alberata che si affaccia su Expo City Dubai nel Jubilee Park. Questa torre rotante porta i visitatori a 55 metri di altezza sopra l’Expo 2020 concedendo una splendida vista panoramica. Il Garden in the Sky prende il suo nome dal lussureggiante ponte superiore verde e alberato. Il Dubai Garden Glow, a Zabeel Park, è invece un’attrazione grazie agli oltre 10 milioni di luci LED installate che lo rendono il parco luminoso più scintillante al mondo. Questo giardino è suddiviso in varie aree tematiche: dal parco Blu al parco dei Dinosauri, dal parco del Ghiaccio al parco Magico fino a quello dedicato all’arte.