5 monumenti più economici del mondo (anche tra i più famosi)

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Ecco quali sono le attrazioni turistiche più convenienti del mondo considerato il rapporto qualità/prezzo e la percentuale di recensioni negative.

monumenti-più-economici-al-mondo

5 attrazioni turistiche più economiche al mondo: quali sono e classifica

Al primo posto uno spettacolo dell’ingegno dell’uomo che non delude mai: la Grande Muraglia cinese. Con un costo del biglietto di soli 5,57 euro e appena lo 0,5% di recensioni negative, la Grande Muraglia cinese vince a mani basse. Oltre al rapporto qualità-prezzo, è l’attrazione più economica in assoluto tra quelle prese in considerazione in questa speciale classifica.

Al secondo posto si piazza il Taj Mahal, lo spettacolare mausoleo di Agra. Bastano circa 13 euro per entrare e visitare questa icona assoluta dell’India. Costruito nel 1632 dall’imperatore moghul Shāh Jahān in memoria dell’amatissima moglie Mumtāz Maḥal, è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e una delle nuove sette meraviglie del mondo.

La Città Proibita a Pechino guadagna la medaglia di bronzo. Questo enorme complesso di palazzi, monumenti e giardini è visitabile pagando solo 6 euro. É valutata con una minima percentuale di recensioni negative, solo il 2.5%. La Città Proibita è il più grande complesso palaziale esistente al mondo grazie ai suoi 72 ettari.

Al quarto posto troviamo il Castello di Praga, un meraviglioso complesso fortificato che dal IX secolo domina sulla capitale ceca. Il biglietto per visitare il complesso costo intorno ai 10€ e vi sono comprese le visite alla Cattedrale di San Vito, all’Antico Palazzo Reale, alla Basilica di San Giorgio, al Vicolo d’Oro e al Museo del Ponte San Carlo.

Il quinto posto per l’ottimo rapporto qualità/prezzo è occupato dalla Tour Eiffel, simbolo iconico di Parigi e di tutta la Francia. L’enorme torre è visitabile scegliendo diverse soluzioni che dipendono dall’altezza a cui si desidera salire e il biglietto varia dai 10€ fino a 26€.