Con molta probabilità la “Cometa di Neanderthal” sarà visibile ad occhio nudo. Ecco quando ammirarla

L’astronomia ha sempre il suo fascino, soprattutto per l’alone di mistero che accompagna molti fenomeni dei corpi celesti. Nel caso di specie diventa ancora più curioso e stimolante attendere il ritorno della famosa cometa di Neanderthal, dopo che la sua ultima apparizione, visibile dal pianeta Terra, risale ormai a 50mila anni fa. Un evento più unico che raro atteso da molti amanti dei corpi celesti.

cometa-Neanderthal
Cometa di Neanderthal (ph credit Pixabay)

Cometa di Neanderthal: informazioni e date

Il suo nome è cometa C/2022 E3 (ZTF), più nota come “Cometa di Neanderthal” che, quasi sicuramente, farà tenere il naso all’insù a milioni di spettatori di tutto il mondo per un evento incredibilmente straordinario ed unico nel suo genere. Il suo passaggio “affianco alla Terra” è infatti previsto per la fine di gennaio e il corpo celeste potrebbe essere visibile ad occhio nudo dopo ben 50mila anni dalla sua ultima apparizione. Studiosi, scienziati e astrofili di tutto il mondo si stanno già preparando per immortalare il fenomeno cercando di ottenere l’immagine migliore da fotografare. Secondo gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) si tratta di una cometa di lungo periodo, inizialmente identificato come asteroide, poi come cometa.

Già il 12 gennaio 2023 la cometa raggiungerà il punto di massima distanza dal sole e quello di massimo avvicinamento alla Terra. Poi, in base agli spostamenti degli assi e alle inclinazioni naturali dal 17 gennaio al 5 febbraio 2023 la cometa sarà talmente vicina alla Terra e potrebbe essere ammirata anche ad occhio nudo, in tutta la sua bellezza e splendore. Un fenomeno che in molti stanno attendendo.