Cosa ho portato dalle vacanze? Il cibo è stato il vero souvenir dell’estate

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Secondo un’indagine Coldiretti, tra i prodotti tipici più acquistati in vacanza come souvenir ci sono i formaggi, davanti a salumi, dolci, vino e olio extravergine d’oliva. Ecco la nuova tendenza degli italiani.

cibo-souvenir

Cibo-souvenir dalle vacanze: expolit dei prodotti enogastronomici

Secondo un indagine svolta da Coldiretti/Ixè oltre un italiano su 2 (il 56%) in vacanza quest’anno ha acquistato prodotti tipici enogastronomici come souvenir da portare a casa propria o da regalare ad amici e parenti. “Con le preoccupazioni sulla ripresa dell’inflazione in autunno, appena il 21% degli italiani torna a mani vuote dalle ferie, anche se la crisi – sottolinea la Coldiretti – spinge verso spese utili, con i prodotti tipici culinari che vincono su tutte le altre scelte. Al secondo posto tra i souvenir si classificano gadget, portachiavi, magliette cartoline e prodotti artigianali“. Ma quali sono i prodotti tipici enogastronomici più acquistati come souvenir?

Tra le specialità tipiche acquistate, secondo l’indagine, ci sono in primis i formaggi, seguiti dai salumi, dolci, vino e olio extravergine d’oliva. L’acquisto di prodotti tipici da acquistare durante la vacanza è una tendenza tutta italiana recente, favorita dalla sempre maggiore valorizzazione dei prodotti locali che si verifica sul territorio dei luoghi di villeggiatura. Ecco allora che percorsi enogastronomici, le città del gusto, le visite guidate che comprendono degustazioni di prodotti locali si trasformano in occasione per acquistare cibo-souvenir da portare a casa. Particolarmente ricercate sono state, infatti, le mete alternative, magari fuori dai grandi circuiti turistici: dai parchi alla campagna, alla montagna fino ai piccoli borghi, che ben il 70% degli italiani in vacanza dichiara di visitare anche solo con una visita in giornata.