E’ stata ritrovata una civiltà Maya sotto la giungla in Guatemala: formidabile scoperta

La cultura Maya, da sempre ha affascinato studiosi e storici, indirizzandoli a fare scoperte sensazionali su una delle civiltà più antiche al mondo. Di recente, grazie ad una sofisticata tecnologia è stata scoperta una civiltà Maya che sembrava essere perduta. Il ritrovamento è stato sensazionale e il luogo in cui è stata riportata alla luce è sorprendente. E’ stata fatta emergere dai meandri di una giungla.

sito-archeologico-maya
(ph credit Pixabay)

“Teconica LIDAR”: informazioni

L’incredibile scoperta è stata effettuata nel bacino carsico Mirador-Calakmul, nella parte settentrionale del Guatemala, in Centro America. L’equipe di storici incaricati a svolgere questa indagine ha permesso di riportare alla luce 964 antichi insediamenti dei Maya finora ignoti agli studiosi di questa civiltà. I reperti risalgono a un’epoca compresa tra il 1000 a.C. e il 150 a.C. Inutile sottolineare che si tratta di una scoperta sensazionale, condotta da una squadra di scienziati americani appartenenti alla “Foundation for Anthropological Research and Environmental Studies” (FARES) e all’Università Statale dell’Idaho, in collaborazione con le istituzioni locali del Guatemala per guidare questa spedizione.

La tecnica utilizzata per far emergere questa antica civiltà si chiama LIDAR, acronimo di Laser Imaging Detection and Ranging, dotata di potenti impulsi laser utilizzati per effettuare delle scansioni nelle foreste pluviali tropicali e nelle giungle al fine discoprire reperti nascosti ed invisibili all’occhio umano. Grazie a questa potente tecnologia sono stati scoperti quasi mille insediamenti rurali raggruppati in 417 città, paesi e villaggi. Addirittura sono riemerse delle piramidi, che mostrano ancora una volta le grandi capacità che i Maya avevano in campo architettonico. Questo ritrovamento contribuirà sicuramente a migliorare l’offerta turistica del luogo, che si presenterà come una delle più belle attrazioni del luogo.

Potrebbe interessarti Guatemala diario di viaggio