La grotta nel cuore del Monviso ricca di meraviglie. Per arrivarci basta una passeggiata!

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Da poco ha riaperto i battenti una grotta situata nel cuore del Monviso, tutta da esplorare per le sue meraviglie naturali, tra pipistrelli, stalattiti e cascate. E per arrivarci basta una passeggiata. Scopriamo di cosa si tratta. 

Grotta-di-Rio-Martino

Grotta di Rio Martino: dove si trova ed informazioni

La grotta di Rio Martino si trova nel comune di Crissolo, in provincia di Cuneo. Oltre che essere uno dei più importanti e particolari ambienti carsici del Piemonte, essa è inserita nelle Zone Speciali di Conservazione del Parco del Monviso. Molte sono le sue meraviglie naturali. La grotta ospita una colonia di sette specie protette di pipistrelli che svernano al suo interno. Il “Ramo Inferiore”, con passerelle per i visitatori, è lungo 530 metri, al termine si incontra la cascata del Pissai, alta più di 40 metri. Al di sopra del sala del Pissai in cui si trova la cascata, c’è il “Ramo Superiore”, raggiungibile con adeguata attrezzatura per i più esperti.

Il Ramo Superiore è il più interessante dal punto di vista idrologico. Esso si sviluppa per 300 metri ed è caratterizzato da sale, pozzi e cunicoli collegati tra di loro ma di difficile passaggio. Ovunque si possono ammirare formazioni stalattitiche e stalagmitiche che derivano dalla deposizione del sale “carbonato di calcio” dovuta all’azione erosiva delle acque. Il periodo delle visite guidate va da aprile fino a fine ottobre. Si arriva alla grotta di Rio Martino dal parcheggio presso il bar ristorante “La Spiaggia”, si attraversa il ponte sul Po e si prende il sentiero che sale ripido la valle. La salita percorre un rigoglioso bosco di latifoglie e conduce in circa mezz’ora all’ingresso della grotta, posta a 1520 metri, mantenendo la sinistra all’unico incrocio presente.