Scopri la misteriosa ed affascinante torre in mezzo al mare del Golfo dei Poeti

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Questa torre che si trova in mezzo al mare del Golfo dei Poeti è spesso paragonata a quella del dipinto “L’isola dei morti” di Arnold Böcklin. E con essa condivide fascino e mistero. Ecco di cosa si tratta.

torre-scola-la-spezia

Torre Scola (Liguria): informazioni

Nelle acque del golfo della Spezia, situata tra la meravigliosa Portovenere e l’isola Palmaria si erge una torre misteriosa. Un pentagono austero e diroccato da un lato a svelarne l’architettura interna. Si tratta di Torre Scola, o Torre di San Giovanni Battista, un fortino costruito su un isolotto che emerge solitario dal mare blu. La sua storia è antica. Costruito dalla Repubblica di Genova agli inizi del Seicento, faceva parte della complessa linea difensive della Palmaria e del Golfo dei Poeti che ancora vanta resti fortificati tra batterie e castelli tutti da visitare. Il suo nome “Scola” è da attribuire alla vicina punta dell’isola Palmaria, che fu probabilmente sede di un’antichissima fondazione religiosa e dove in seguito sorse il monastero benedettino di San Giovanni Battista.

La torre presenta una robusta struttura pentagonale con mura spesse quattro metri. Ai suoi tempi d’oro poteva ospitare 8 soldati e 10 cannoni. Al tempo delle prime guerre napoleoniche, Torre Scola fu direttamente coinvolta negli scontri navali del 23 gennaio 1800 tra inglesi e francesi. I combattimenti causarono lo sventramento di un lato della torre e ne fu deciso l’abbandono già nella prima metà del XIX secolo a causa del suo inutilizzo. Nel 1915 ne fu decretata la demolizione, fortunatamente evitata grazie all’intervento dello storico e intellettuale Ubaldo Mazzini, allora ispettore ai monumenti. La singolare torre è rimasta proprietà della Marina Militare.