Siccità: dal lago emerge lo straordinario e spettrale paese sommerso. Ecco dove

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

A causa della siccità, da due bellissimi laghi italiani sono emersi gli straordinari resti di un paese sommerso da anni. Uno spettacolo tutto da vedere. Scopriamo dove.

laghi-di-cancano-paese-sommerso (1)

Gli spettrali resti dei Laghi di Cancano: dove si trovano

Siamo in Alta Valtellina e precisamente in provincia di Sondrio dove si trovano i laghi di Cancano. Si tratta di due bacini idrici artificiali, situati nella natura del Parco Nazionale dello Stelvio dove, a causa della siccità, per la prima volta dopo 80 anni sono emersi i resti del paese che venne sommerso quando fu costruita la diga. Un destino che riemerge a causa della siccità. Realizzati tra il 1922 e il 1956, da alcuni giorni i laghi di Cancano hanno offerto alla vista i suggestivi resti degli edifici realizzati prima che venissero creati gli invasi e che erano adibiti a dimora per gli operai che costruirono la diga.

Scheletri ricoperti di sabbia e fango che fino a ora erano ricoperti dalle acque dei due laghi chiamati lago di Cancano II (o diga di Fraele) contiguo al lago di San Giacomo o lago di Cancano I. Luoghi suggestivi da visitare anche per le possibilità di fare escursioni su magnifici sentieri. Ad esempio partendo dalle Torri di Fraele, due torri medievali a controllo della Valdidentro, e percorrendo la mulattiera n. 197 si giunge alla Croce del Monte Scale, con magnifico belvedere su tutta la vallata. Dalla diga di San Giacomo, invece, si può percorrere la Val Alpisella camminando sui sentieri n. 138 ed n. 138.1, dove si trovano le sorgenti dell’Adda e raggiungere così Livigno.