Sono due i “villaggi rurali” italiani più sostenibili al mondo secondo l’UNWTO

L’Unwto, Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite, ha stilato una classifica dei borghi più sostenibili al mondo, dove la bellezza luoghi si sposa perfettamente con il concetto di tutela ambientale per lanciare una innovativa offerta turistica all’insegna del rispetto per il nostro pianeta. In questa speciale classifica figurano alcuni borghi italiani tra cui l’Isola del Giglio e Sauris.

isola-del-giglio
Isola del Giglio (ph credit Pixabay)

Turismo sostenibile: villaggi italiani premiati dall’ONU

Il bando indetto dall’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) intitolato “Best Tourism Villages” ha individuato l’Isola del Giglio (Toscana) e Sauris-Zahre (Fiuli Venezia Giulia) tra i migliori villaggi in assoluto in tema di sostenibilità ambientale e preservazione degli spazi rurali. Un’invidiabile primato che ben si abbina alla naturalezza e alle tradizioni di questi borghi che entrano di diritto a far parte di un elenco ufficiale formato da 32 villaggi di 18 diversi Paesi ai quali è stato attribuito il prestigioso riconoscimento.

Oltre a questo riconoscimento, l’Italia ha presentato anche il borgo di Otricoli in Umbria per partecipare al “Best Tourism Village Upgrade Programme”, un ulteriore bando che seleziona altre località per definire l’eccellenza in tema di sostenibilità al fine di fornire un’offerta turistica variegata all’insegna della tutela delle antiche tradizioni e di tutto ciò che accompagna la preservazione della memoria storica, oltre che ambientale, artistica e architettonica di un determinato luogo. I borghi premiati, inoltre, parteciperanno al network globale dei Best Tourism Village, che vedrà la premiazione ad Al-‘Ula in Arabia Saudita in programma i prossimi 27 e 28 febbraio 2023.