Trekking in Europa: i 4 cammini più incredibili del Vecchio Continente

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Se siete alla ricerca di trekking immersi nella natura per vivere un’esperienza indimenticabile, allora dovreste prendere in considerazione questi viaggi a piedi tra le grandi bellezze naturali del Vecchio Continente.

trekking-più-suggestivi-europa

Trekking d’Europa: posti più suggestivi da non perdere assolutamente

Sentiero GR20, Corsica: da Calenzana, la mitica GR20 Hike è un lungo susseguirsi di salite e discese, attraverso il cuore montano dell’isola. Si tratta di uno dei cammini più difficili in Europa, quindi è meglio essere allenati. Il percorso si articola lungo 200 km ma da esso partono anche sentieri più semplici, adatti ai principianti che vogliono comunque godere della natura e dei panorami mozzafiato.

Cammino del Rey in Spagna: trekking estremo per questo sentieri vicino ad Álora, in Andalusia. Esso infatti si snoda lungo le ripide pareti del canyon ‘Desfiladero de los Gaitanes’ a El Chorro. Per i suoi 3 km si trovano passerelle larghe appena un metro sospese a 100 metri di altezza e un ponte a strapiombo da vertigini.

Tour del Monte Bianco: tra le cime di Italia, Francia e Svizzera, questo percorso è uno dei più affascinanti d’Europa. Fisicamente impegnativo, in 11 giorni e 170 Km permette di ammirare alcune delle località più suggestive del Vecchio Continente.

West Highland Way, Scozia: conosciuto anche come la Via dell’Ovest, questo sentiero non presenta particolari difficoltà ed è adatto a tutti. La West Highland Way prte a Milngavie, vicino a Glasgow, e termina a Fort Williams, per un totale di 150 km. Il percorso si snoda attraverso il Loch Lomond & The Trossachs National Park, regalando paesaggi meravigliosi, tipici degli Highlands scozzesi.