Aggiornamento meteo San Valentino 2022: l’Anticiclone delle Azzorre ed il Ciclone Artico si daranno battaglia

Aggiornamento meteo San Valentino 2022. Un ciclone carico di pioggia e neve in discesa dal Nord Europa sta puntando verso l’Italia. La “festa degli innamorati” potrebbe essere salvata, meteorologicamente parlando, dall’imponenza dell’Anticiclone delle Azzorre. Ecco quale potrebbe essere il possibile quadro meteorologico.

Schermata 2022-02-09 alle 14.22.53

Aggiornamento meteo San Valentino 2022: che tempo farà in Italia e temperature

In precedenza abbiamo già parlato del possibile quadro meteorologico per San Valentino 2022 e, a quanto pare, le cose non sono cambiate moltissimo.

Abbiamo parlato della “Festa degli Innamorati dal cuore gelido” ma la “situazione meteo”, fino ad oggi, è ancora incerta ed in bilico.

Gli esperti meteo, valutando i movimenti atmosferici, sono più che convinti che, durante il weekend del 12 e 13 febbraio 2022, l’Anticiclone delle Azzorre tenderà a rallentare, come giusto che sia, e garantirà l’ingresso di una nuova perturbazione che, dovrebbe portare aria fresca e qualche pioggia; anche questa ipotesi è tutt’ora incerta.

Secondo gli ultimissimi dati elaborati dal modello climatico europeo a medio e lungo termine ECMWF, proprio il giorno di San Valentino 2022, l’Italia potrebbe essere colpita da un Ciclone Artico in discesa dal Nord Europa che, inizialmente, dovrebbe colpire le Regioni Centro Settentrionali.

meteo-san-valentino-2022-neve

Se tutto ciò dovesse essere confermato, le Regioni Settentrionali finalmente usciranno dal lunghissimo periodo di siccità e soprattutto ci sarà un netto calo dell’inquinamento, insomma l’aria diventerà decisamente più respirabile.

Tirando le somme, anche se l’Anticiclone delle Azzorre tenderà a rallentare, non ha assolutamente intenzione di mollare la presa; insomma sarà una cosiddetta “battaglia all’ultimo sangue” tra l’Anticiclone delle Azzorre ed il Ciclone Artico.

Al momento il quadro meteorologico per San Valentino 2022 è in una straordinaria fase di stallo, quindi, nei prossimi giorni seguiranno ulteriori aggiornamenti; l’unica cosa, più o meno certa, è che le temperature tenderanno a calare, seppur non di moltissimo.