Meteo: allarme tornado in Italia. Ecco quali potrebbero essere le regioni più a rischio

Previsioni meteo a medio e lungo termine. Purtroppo il CNR-ISAC ha avuto ragione. Il rischio tornado in Italia si fa sempre più concreto. Ecco quali saranno, con molta probabilità, le regioni più esposte a questi straordinari e temutissimi eventi meteorologici severi.

meteo-tornado

Cosa sono i tornado e in quali periodi si formano

I tornado o trombe d’aria, in inglese “twister”, sono violenti vortici a scala locale che si originano alla base di nubi a forte sviluppo verticale (cumulonembo) e giungono a toccare il terreno.

A causa dei repentini cambiamenti climatici, nessun periodo dell’anno è completamente esente dal rischio di tornado anche se la primavera e l’autunno, periodi di transizione, sono quelli più “indiziati”.

I tornado sono considerati fenomeni meteorologici severi dalla forza altamente distruttiva e la “scala Fujita” ne valuta l’intensità che va da zero (deboli) a cinque (catastrofici).

Detto questo, è arrivato in momento di comunicarvi che l’istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (CNR-ISAC) ha confermato il rischio tornado in Italia e grazie ad un intenso studio durato moltissimi anni è stato in grado di capire quali regioni potrebbero essere maggiormente esposte al formarsi di questi fenomeni meteorologici distruttivi.

Elenio Avolio del CNR-ISAC ha dichiarato:“L’intensificazione di tali fenomeni, nel corso degli anni, è condizionata anche dal cambiamento climatico in atto, essendo confermato che esistono delle forzanti specifiche, come la temperatura superficiale del mare, con un ruolo importante nello sviluppo di tali eventi. Le regioni centrali tirreniche Italiane possono essere definite come un hot-spot per i tornado nell’area mediterranea. A tale riguardo, sono stati analizzati 32 anni di dati (1990-2021), isolando un numero considerevole di eventi tornadici ad elevata intensità (445 su tutta Italia). Le analisi statistiche sono state condotte analizzando sia misure (radiosondaggi) sia output da modelli a grande scala (re-analisi), al fine di individuare le condizioni atmosferiche dominanti associate ai tornado individuati. È stato quindi possibile definire delle specifiche configurazioni atmosferiche prevalenti, potenzialmente favorevoli al loro sviluppo nell’area in studio”.

Attualmente le regioni più esposte al rischio tornado sono la Pianura Padana, la Puglia ed il litorale Laziale (guardare la foto in alto).