Meteo gennaio 2024: in arrivo freddo intenso e neve a bassa quota. Spunta di nuovo l’ipotesi “Burian”

Previsioni meteo seconda settimana di gennaio 2024. Il Centro Meteo Europeo ha confermato l’arrivo di una straordinaria ed eccezionale “sciabolata artica” che farà tracollare le temperature al di sotto delle medie climatiche, specie sulle Regioni Centro Settentrionali. Spunta anche l’ipotesi di un possibile arrivo di “Burian”. Vediamo più nel dettaglio cosa accadrà e dove farà più freddo.

meteo-inverno
(ph credit www.voloscontato.it)

Previsioni meteo seconda settimana di gennaio 2024: neve e temperature

A partire dalla prossima settimana, la seconda del mese centrale dell’inverno, saremo messi a dura prova in quanto arriverà il grande freddo.

A dir la verità, già a partire da oggi, venerdì 5 gennaio 2024 e per tutto il “weekend dell’Epifania”, dovremo fare i conti con un poderoso Vortice Ciclonico ribattezzato come “Ciclone della Befana” che porterà piogge importanti, praticamente su tutta l’Italia.

Negli ultimi giorni sta prendendo forma il cosiddetto “Oro Russo”, il termine esatto è Anticiclone Russo Siberiano, un’eccezionale figura atmosferica in grado di condizionare il clima dell’intero Vecchio Continente e, ovviamente, anche dell’Italia.

Giusto per rendere l’idea, in Russia ed in Scandinavia le temperature registrate negli ultimi giorni sono -45°; roba da non credere.

Bene carissimi lettori appassionati del meteo, la prossima settimana si aprirà nel segno del grande freddo e delle ultime precipitazioni sulle Regioni Centro Meridionali e sulla Sicilia.

Il cosiddetto “Ciclone della Befana”, ruotando in senso antiorario, richiamerà a sé aria artica eccezionalmente fredda che avrà campo libero per tuffarsi sul bacino del Mediterraneo proprio a partire da lunedì 8 gennaio 2024.

A partire da martedì 9 gennaio 2024, l’aria gelida investirà quasi tutto il Paese e, a prescindere dalle Alpi e dagli Appennini, la neve cadrà a quote basse sul Piemonte, sull’Emilia Romagna, sulla Lombardia, sull’Abruzzo e sulle Marche.

Per quanto riguarda le temperature, queste tracolleranno al di sotto delle medie climatiche su moltissimi settori del Centro Nord e del Sud, fatta eccezione delle due Isole Maggiori e della Sicilia dove l’impatto di questa nuova “sciabolata artica” dovrebbe essere più lieve.

Visto questo andamento atmosferico, è spuntata di nuovo l’ipotesi “Burian” che, effettivamente, sta già puntando l’Europa.

meteo-marzo-neve
(ph credit Pixabay)

Anticipazioni previsioni meteo a partire da metà gennaio 2024

Stando agli ultimi dati elaborati dal Centro Meteo Europeo ECMWF, la cui unica sede distaccata si trova solo ne “La Dotta, la Rossa e la Grassa” Città di Bologna, a partire dalla metà del mese di gennaio 2024, l’inverno entrerà ancor di più nel vivo.

A prescindere dalle temperature in linea con le medie climatiche o al di sotto, è previsto un surplus di precipitazioni, in questo caso pioggia e neve, specie sulle Alpi, sulle Prealpi, sugli Appennini e buona parte delle Regioni Centro Settentrionali.