Meteo “Giorni della Merla” 2023: una delle prime tendenze è davvero clamorosa. Ecco cosa potrebbe accadere

Previsioni meteo 29, 30 e 31 gennaio 2023. I “Giorni della Merla”, i tre giorni più freddi dell’anno, con molta probabilità saranno caratterizzati da una straordinaria ondata di freddo proveniente dalla Russia. Ecco più nel dettaglio quale potrebbe essere la possibile tendenza meteo.

giorni-della-merla
(ph credit Pixabay)

Previsioni meteo 29, 30 e 31 gennaio 2023: che tempo farà e leggenda

Sui cosiddetti “Giorni della Merla” ruotano diverse leggende ma, in ogni caso, sono, o meglio, dovrebbero essere i giorni più freddi dell’anno.

Per antonomasia, i “Giorni della Merla” sono gli ultimi tre giorni del mese di gennaio ma ci sono anche leggende che li collocano gli ultimi due giorni di gennaio ed il 1° febbraio.

Secondo una delle credenze più popolari, ispirata al calendario romano, gennaio era composto solo da 29 giorni e la merla, per fare rifornimento di cibo, scelse di uscire l’ultimo giorno del mese, insomma tentò di sbeffeggiare il mese.

Questo scatenò l’ira del di gennaio che chiese al mese di febbraio dei giorni in prestito per punire il furbo pennuto e così scatenò una bufera gelo e neve tale da far correre immediatamente ai ripari la merla in un comignolo.

Dopo tre giorni la merla ne uscì completamente nera e da quel momento il mese di gennaio ha sempre avuto 31 giorni.

Detto questo, che tempo farà i “Giorni della Merla 2023”.

Una delle prime “tendenze meteo” elaborate dal modello climatico europeo ECMWF, masse di aria gelida provenienti dalla Russia potrebbero raggiungere il cuore dell’Europa e, ovviamente, anche l’Italia e, oltre ad un straordinario tracollo delle temperature, potrebbero scatenare anche i cosiddetti “eventi blizzard” ovvero tempeste di neve.

Una curiosità. Uno dei proverbi più diffusi sui “Giorni della Merla” recita:“Se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà mite; se invece sono caldi, la primavera arriverà in ritardo”.

Come sempre, vista la distanza temporale, consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti meteo.