Meteo Natale 2023: supremazia anticiclonica anche durante le feste. Ecco quanto durerà questa fase anomala

Aggiornamento previsioni meteo Festività Natalizie 2023. Stando agli ultimi dati elaborati dal modello climatico europeo a medio e lungo termine ECMWF, la tradizione meteorologica italiana in merito al Natale verrà di nuovo rispettata in quanto l’alta pressione non avrà alcuna intenzione di mollare la presa. Vediamo più nel dettaglio cosa accadrà e dove è prevista qualche debolissima pioggia.

meteo-natale
(ph credit www.voloscontato.it)

Che tempo farà durante le Festività Natalizie 2023

A livello emisferico sono in atto numerosi e repentini cambiamenti quindi le condizioni meteorologiche possono mutare da un momento all’altro.

Gli ultimi aggiornamenti del Centro Meteo Italiano ECMWF, rispetto a ieri hanno di nuovo cambiato leggermente le carte in tavola per quanto riguarda le Festività Natalizie  2023 e vi spighiamo il perchè.

Anche se l’anomala alta pressione, attualmente presente sul “mare nsotrum”, nei prossimi giorni perderà un pochino di potenza, a quanto pare tenterà di resistere anche buona parte della settimana prossima preannunciando giornate soleggiate e particolarmente miti.

Il giorno della Vigilia di Natale 2023, una piccola perturbazione atlantica potrebbe portare qualche debolissima pioggia sul medio basso versante Tirrenico ma questa notizia è ancora da confermare.

Notizia pressochè certa è che tra sabato 23 e domenica 24 dicembre 2023, sulle Regioni Centro Meridionali e sulle due Isole Maggiori soffieranno venti di Maestrale piuttosto forti mentre sulla Pianura Padana e sulle Alpi soffieranno intensi venti di Favonio.

A prescindere da questo, le temperature si attesteranno ben al di sopra delle medie stagionali da Nord a Sud.

Come sempre, le proiezioni attuali dovranno essere confermate nei prossimi giorni.

meteo-estate-temperature
(ph credit Pixabay)

Cambiamenti climatici e riscaldamento globale: in futuro si prospetta un surplus di piogge e, soprattutto, di alluvioni lampo

A causa dei continui cambiamenti climatici e del riscaldamento globale, le temperature medie a livello planetario, nel corso dei prossimi dieci anni, sono destinate ad aumentare drasticamente; questo fenomeno è noto come “Global Warming”.

Un recente studio condotto da ricercatori appartenenti all’Università di Tokyo e all’Università di Bristol, sempre nei prossimi decenni, sembrano confermare alluvioni di portata eccezionale in tutto il mondo.

Questa particolarissima ricerca (Global flood risk under climate change), pubblicata sulla rivista scientifica Nature Climate Change è stato effettuato sfruttando ben 11 modello matematici diversi in grado di simulare il clima del futuro.

La cosa particolarmente strana è che secondo questa ricerca le alluvioni nel Mediterraneo dovrebbero diminuire; ovviamente questa non è una notizia positiva.

Dovrebbero diminuire a causa di un sensibile aumento dei periodi di siccità; insomma si passerà dalla padella alla brace.