In bici da Trieste alla Puglia costeggiando il mare con una delle piste ciclabili più lunghe d’Europa

Con la Ciclovia Adriatica è possibile spostarsi in bici da Trieste alla Puglia costeggiando il mare. Si tratta di una delle piste ciclabili più lunghe d’Europa per un viaggio indimenticabile che percorre tutta l’Italia e le sue bellezze

ciclovia-adriatica
Ph credits Luciodem, Wikimedia Commons

Per gli amanti della natura e dei paesaggi, percorrere l’Italia in bicicletta può diventare un’esperienza davvero unica e suggestiva. Costeggiare le varie regioni e territori diversi tra loro, con uno sguardo sempre curioso verso il mare, abbinando soste culturali nei luoghi più iconici. Un viaggio nel viaggio che prevede una preparazione fisica importante ma che può diventare davvero indimenticabile. Ma non è solo un sogno, questa esperienza può diventare realtà grazie alla Ciclovia Adriatica: ben 1300 chilometri di una delle piste ciclabili più lunghe d’Italia, che da Trieste giunge persino in Puglia, nella splendida Santa Maria di Leuca. Scopri con noi tutti i dettagli!

La Ciclovia Adriatica, 1300 chilometri in bici tra le spiagge e i territori più belli d’Italia

Costeggiare tutta l‘Italia in bici è un’esperienza stimolante e sorprendente, ancor più se si ha la possibilità di godere di una splendida vista a picco sul mare e di potersi fermare sulle spiagge più belle della nostra penisola. La Ciclovia Adriatica inizia proprio dal litorale adriatico, particolarmente noto per i beach club e la movida in estate. Si sovrappone al ramo numero 6 della rete ciclabile nazionale di BicItalia valorizzato dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, nel progetto più ampio e internazionale di EuroVelo. Si parte da Trieste e si possono percorrere ben 1300 chilometri in bici, fino alla bellissima Santa Maria di Leuca in Puglia. I lavori sono iniziati nel 2015 e di anno in anno si arricchiscono sempre di più, con la collaborazione di ogni regione.

intercity bici gratis
Credit Pexel Pixabay

La storia della lunga ciclovia che unisce l’Italia

La lunga ciclovia parte da Trieste e precisamente dal tratto che collega Grado a Monfalcone. Il Friuli Venezia Giulia è la prima regione interessata, dalla quale far partire un itinerario di viaggio per proseguire poi in bici verso sud. Si passa poi in Veneto e in Emilia Romagna, costeggiata da numerose spiagge e punti di interesse.

Nelle Marche e in Abruzzo vi sono i tratti più lunghi di pista ciclabile, ancora in fase di completamento entro il 2026. Tra i tratti preferiti degli appassionati, quello costiero tra Pescara e Francavilla già pronto nei primi anni 2000 mentre nel tratto di mare su Chieti si erano registrati gravi ritardi con i lavori al via solo nel 2018.

In bici da Trieste alla Puglia costeggiando il mare con una delle piste ciclabili più lunghe d’Europa!
Ph credits Freepik

Non solo mare per un percorso tra Parchi Nazionali e le città più belle d’Italia

Ma durante il lungo percorso della Ciclovia Adriatica non si ammirano soltanto gli splendidi scorci di mare: si percorrono anche le città più belle e numerose attrazioni da visitare. In primis il Parco Regionale del Conero in Puglia, la Foresta Umbra sul Gargano, le bellezze del Castello Aragonese di Ortona, il Parco Naturale di Monte San Bartolo, la splendida Senigallia nelle Marche, l’iconica pineta di Milano Marittima dove refrigerarsi e riposarsi in una sosta di relax.

Ancora le Valli di Comacchio, il Parco Regionale Delta del Po e tanto altro. L’ultimo tratto della ciclovia infatti, giungerà in 350 chilometri in Puglia, costeggiando Brindisi verso Fasano per poi tornare sulla costa con la bellissima Otranto fino al punto di arrivo, Santa Maria di Leuca.

La Ciclovia Adriatica, 1300 chilometri in bici immagini e foto