Natale a Mineo tra presepi e sapori del passato

Con l’avvicinamento dei festeggiamenti del Natale anche in Sicilia ci si prepara a vivere la solennità del momento rispettando la tradizione e sentendo il clima natalizio in tutta la sua interezza. Tra i luoghi più caratteristici c’è sicuramente Mineo, comune di 4441 abitanti in provincia di Catania sulla Piana di Catania e posto a 528 metri sopra il livello del mare. Caratteristica questa che gli fa assumere un vero e proprio aspetto di un borgo affacciato tra l’Etna da un lato e i monti Iblei dall’altro.

Natale a Mineo tra presepi e sapori del passato
Photo by Wikimedia commons

L’edizione di Natale a Mineo 2023

Il programma dell’edizione attuale del Natale a Mineo vede il borgo trasformarsi in una piccola Betlemme con l’esposizione di presepi aritstici, di quello vivente e soprattutto della Casa di Babbo Natale, tra i vicoli caratteristici del borgo. In questi giorni il borgo mostra a tutti i visitatori, provenienti dalla Sicilia e da oltre lo Stretto di Messina, la sua tipicità nei vari luoghi del centro storico grazie anche alle suggestione evocative che ogni presepe cerca di riprodurre.

Una vera e propria atmosfera da borgo medievale che porta alla mente gli antichi odori e sapori del passato menenino, grazie anche alle musiche tradizionali. Il programma di quest’anno prevede per il 25 dicembre 2023, per l’1 e per il 5 gennaio 2024 tra i luoghi aperti ai visitatori ci saranno i presepi artistici, la Casa di Babbo Natale, la Casa Museo di Luigi Capuana, il Museo Civico Tamburino – Merlini e tante mostre ed esposizioni nella fascia oraria che va dalle 16,30 alle 22.

Potrebbe interessarti Dove andare a Natale

Per la fascia oraria che va dalle 17 alle 22 saranno in bella mostra il presepe vivente, le cartoline viventi e l’apertura dell’area food con la possibilità di assaggiare cibi tipici.

Per le giornate del 26 dicembre 2023 e del 6 gennaio 2024 si vedranno sempre i presepi artistici, la Casa di Babbo Natale, la Casa Museo di Luigi Capuana, il Museo Civico Tamburino – Merlini assieme alle mostre e alle esposizioni, ma questa volta sin dalle 9,30 del mattino e fino alle 22. Orario che verrà osservato anche dall’area food. Nella fascia oraria che va dalle 17 alle 22 invece saranno in mostra il presepe e le cartoline viventi.

Le particolarità di Mineo

Dopo aver mostrato questa grande iniziativa che nei giorni natalizi accompagnerà sia i visitatori che verranno da ogni parte del mondo che le persone del posto, scopriamo bene i segreti di questo piccolo-grande borgo che è Mineo. Denominato in dialetto siciliano Parti di vigna ed esteso per 24.484 ettari, è caratterizzato dalla presenza di avvallamenti, di colline e di altopiani e le coltivazioni tipiche sono quelle di cereali, di agrumi e di ortaggi.

Nelle vicinanze si trova la diga di Pietrarossa, che prende il nome dall’omonimo fiume e che per tanti anni è stata un’incompiuta. Nell’anno che sta per finire però per i lavori per la sua realizzazione hanno visto un sblocco attraverso la firma di un contratto tra un raggruppamento di imprese e il Dipartimento Acque e Rifiuti della Regione Siciliana.

Ma Mineo è anche storia e soprattutto letteratura. Citata nelle opere di Diodoro Siculo, Tolomeo, Apollodoro, Cicerone e Plinio, è anche la città natale di Luigi Capuana, esponente letterario del Verismo assieme a Giovanni Verga.

Natale ed Epifania a Mineo: foto e immagini