Opp Festival – Energie U18 a Mazzarino, arte e non solo

Mazzarino è un comune di circa 11mila abitanti del libero consorzio comunale di Caltanissetta in Sicilia. Non sembra a prima vista la sede ideale per un grande Festival internazionale di arte contemporanea, ma guardando meglio le cose cambiano.

Opp Festival
Photo by Sandra_M – Shutterstock

Per tre giorni, dal 20 al 22 dicembre, Mazzarino consente a chiunque lo desideri di immergersi in un mondo di arte, immagini, musica, pensieri, riflessioni e provocazioni.

L’Opp Festival – Energie U18 è questo e molto altro. Il tema scelto dai ragazzi si Mazzarino e Riesi, per questa edizione, dopo un attento processo di co-progettazione, ha dato forma al titolo “The World Inside You: Expressing Your Emotions”.

Tre giorni di energia atomica-creativa

Opp Festival
Photo by Master1305 – Shutterstock

Opp Festival – Energie U18 viene presentato, anche sui suoi canali ufficiali, come una tre giorni di energia atomica-creativa, che poi è quella dei ragazzi che lo animano.

Tra le iniziative in programma, non a caso, c’è la mostra dei vincitori della prima edizione di Plurals | Talents U19, un Contest che ha proprio l’ambizione di scovare i migliori giovani talenti under 19 per dare loro spazio nel non facile mondo dell’arte contemporanea.

Spesso si accusano i giovani di essere spenti e poco creativi e propositivi, ma in molti casi chi lo fa non parla da anni con dei ragazzi e non fa il minimo sforzo per sintonizzarsi sulla loro lunghezza d’onda per ascoltare, non solo per pontificare o criticare.

Le location di Opp Festival – Energie U18

Sono sei le location principali di Opp Festival – Energie U18, che ospiteranno le varie attività e mostre del Festival.

Ci sono gli spazi al piano terra di Palazzo Alberti, la Chiesa di Sant’Ignazio, l’Ex Collegio dei Gesuiti, la Palestra della Scuola Badia e Farm Cultural Park con il cortile di The Embassy e Palazzo Tortorici.

Tra gli artisti che presentano i loro lavori in questa edizione del Festival c’è John Blond, creativo designer catanese (nonostante il nome possa far pensare altro) che ha trovato con i suoi “Noodles” un modo efficace per rendere subito identificabili i suoi lavori.

Altra presenza interessante è quella di Carla Sutera Sardo, fotografa che è stata scelta anche per la locandina dell’evento. Le sue sono immagini molto originali e la sua personale ricerca si è concentrata nel tempo sulle donne e sulla comunicazione del loro corpo, nel rapporto tra lo stesso e il paesaggio, ne nascono situazioni surreali e atmosfere oniriche, uniche nel loro genere.

A cosa serve oggi l’arte, a cosa serve un evento di arte contemporanea, come la mostra immersiva di Van Gogh a Firenze? Dando uno sguardo alla proposta dell’Opp Festival serve senza dubbio a confrontarsi, comunicare, riflettere, ma anche divertirsi ed esprimersi, possibilmente con la massima libertà, d’altra parte come detto il titolo di questa edizione è “The World Inside You: Expressing Your Emotions”.

Le emozioni vanno accolte e manifestate, perché parte forse più nobile di noi. Farlo attraverso l’arte è un modo efficace per riuscirci in un periodo nel quale c’è grande bisogno di bellezza e di maggiore consapevolezza sul mondo che ci circonda, ma soprattutto su quello che prende forma dentro di noi.

Opp Festival – Energie U18 a Mazzarino immagini e foto