Tour in Marocco esperienze e racconti di viaggio

marocco-moschea2

Questo Tour ti permetterà di visitare le più belle città imperiali del Marocco, le antiche roccaforti dalle viuzze labirintiche, circondate da alte mura.

Scorgerai i colori dei vivacissimi mercati, le magnifiche moschee e gli antichi palazzi.

Tour in Marocco consigli utili e informazioni

Visiterai affascinanti rovine di epoca romana, la più importante meta di pellegrinaggio in Marocco e le cime innevate dell’Alto Atlante.

Tornerai a casa con la sensazione di aver non soltanto osservato, ma vissuto a fondo ed internamente ogni sfumatura di questa cultura orientale.

Il tour include: Sistemazione in hotel con colazione + trasporto in (mini) bus (AC) + guida parlante italiano.

Cose da fare e luoghi da visitare in Marocco in una settimana

1° GIORNO

marocco-moschea

Arrivo a Casablanca, sistemazione in hotel.

Visita alla Moschea di Hassan II, la seconda più grande del mondo e l’unica attiva in Marocco che sia aperta anche ai non musulmani.

2° GIORNO

marocco-mekenes

Potrebbe interessarti Marrakech guida, foto, mappa e meteo

Visita dell’affascinante città di Meknes, con le sue case giallo ocra e le ceramiche verdi, situata in mezzo a frutteti e uliveti.

Un tempo città imperiale, sfoggia una serie di enormi bastioni, che formano parte dell’antico complesso del palazzo.

3° GIORNO

marocco-volubilis

Breve corsa da Meknes alla città romana di Volubilis, un tempo grandiosa.

Visita alle imponenti rovine, alla vicinissima meta di pellegrinaggio dove sono custodite le ossa di Moulay Idriss, fondatore dell’Islam in Marocco.

4° GIORNO

Visita della più antica delle città imperiali, Fes, un vero concentrato di storia e religione, considerata da alcuni allo stesso livello spirituale del Cairo e di Damasco.

Una visita all’antica medina di Fes è un’esperienza particolarmente emozionante, perché mettendo piede nel suo intricatissimo labirinto di vie e viuzze si ha la netta sensazione di aver fatto un salto indietro nel tempo.

marocco-fes

Asini e muli sono gli unici mezzi di trasporto in queste stradine ripide e strette.

Dal souk, dove si commercia in essenze e spezie, arrivano i profumi più deliziosi, mentre un fetore insopportabile sale dalle concerie, dove uomini immersi fino alla vita nelle tinozze maleodoranti lavorano il cuoio più o meno come si è sempre fatto da secoli a questa parte.

Vale lo stesso la pena visitare il posto: gli oggetti di pelle e cuoio lavorati sono favolosi souvenir etnici.

5° e 6° GIORNO

Visita della più grande delle città imperiali e capitale meridionale: Marrakech.

Durante il viaggio verrà attraversata la catena montuosa del Medio Atlante, dove abbondano le foreste di cedri e avvicinandoci a Marrakech potremo scorgere le ancor più notevoli cime innevate dell’Alto Atlante.

Marrakech è spesso definita “magica“, per i suoi immensi souk, i numerosi monumenti e l’antichissima eredità culturale berbera.

marocco-marrakech

Il suo centro nevralgico è la famosa piazza Djemaa El Fna, dove persone di tutte le età si ritrovano ogni giorno fra artisti e artigiani, cantastorie, incantatori di serpenti, giocolieri ed erboristi.

Al calare del buio appaiono numerosi chioschi di cibarie e ancora una volta ti sembrerà di essere tornato indietro nel tempo di mille anni o più.

Marrakech è famosa anche per gli splendidi giardini, tra i quali i Majorelle, creati nel 1920 dall’omonimo artista francese, sono forse i più belli.

La villa, di un blu acceso, crea un perfetto contrasto con le piante tropicali che crescono tutt’attorno in enormi vasi e aiuole.

7° GIORNO

Giornata relax a Marrakech che farà da sfondo alla conclusione del vostro tour.

Galleria foto Marocco