Finlandia Norvegia e Capo Nord


Finlandia Norvegia e Capo Nord guida, itinerario e consigli utili per il viaggio

norvegia-vistafiordi

Il mio racconto è il frutto di appunti presi mentre le nostre accompagnatrici cercavano di documentarci sui luoghi che andavamo a scoprire……So che sono stata prolissa ma Vi consiglio di leggerlo, magari un po’ per volta, perchè sarete partecipi di un ‘avventura che per me sarà indimenticabile……

Era da tanti anni che desideravo andare in Finlandia ma, per vedere in meno di due settimane tantissime cose interessanti, non mi rimaneva che acquistare un pacchetto.

Per poter avere più probabilità di vedere il Sole di Mezzanotte è consigliabile partire tra giugno e la prima metà di luglio perchè a fine luglio il sole comincia già a rimanere sotto l’orizzonte, per cui ho deciso di partire il 3 luglio.

norvegia-fiordovilaggio

Finlandia informazioni e guida

1° giorno

A Roma siamo partiti con un volo della Finnair in serata e siamo arrivati ad Helsinki dopo mezzanotte; all’uscita ci attendeva un responsabile della Giver che ci ha condotti presso l’Hotel Radisson SAS Plaza, un quattro stelle situato al centro della città, che si raggiunge in circa trenta minuti di viaggio.

Qui abbiamo incontrato la nostra accompagnatrice che ci ha consegnato le chiavi della stanza.

2° giorno Helsinki Lappenranta

L’indomani, dopo una ricchissima colazione, siamo andati a fare un tour della città con una guida locale che parlava molto bene la nostra lingua.

Ci ha dato delle informazioni sugli usi, costumi, cultura della Finlandia.

pic_0006

La Repubblica della Finlandia (in finlandese Suomi, in svedese Finland) ha una superficie di poco superiore a quella dell’Italia e conta solo 5.000.000 di abitanti.

Lo stipendio medio è di 2600 euro al mese, la vita è più costosa che in Italia ma se si lavora in due e si va ad abitare fuori Helsinki, si vive bene.

Ultimamente lo Stato vuole incentivare i matrimoni (fino a qualche anno fa c’erano molte convivenze) e a tale proposito dà, alle coppie che mettono al mondo un figlio, un assegno di 100 euro al mese fino al 17° anno di vita , che viene aumentato se nascono altri figli.

Ad ogni neonato lo stato offre un corredino completo di tutto, ci sono molti asili nido, la scuola dell’obbligo inizia a 7 anni (perchè secondo i finlandesi i bambini devono giocare)e durante le lezioni alternano lo studio con passeggiate nel bosco, sci, nuoto, ecc.

pic_0044

La scuola è gratuita, così come la mensa ed i trasporti.

Da uno studio recente risulta che gli studenti finlandesi sono i più preparati del mondo perchè i docenti usano metodi d’insegnamento molto coinvolgenti. SIn da piccoli sono abituati ad andare a scuola da soli con la bici che usano anche sulla neve, indossano delle tute termiche speciali e sopra dei giubbotti catarifrangenti perchè d’inverno la luce dura poche ore.

Le scuole riaprono ad agosto, naturalmente c’è il tempo pieno, un servizio mensa per cui i bimbi mangiano sempre con gli altri e, quando terminano il pranzo, devono ringraziare i compagni di aver condiviso con loro il cibo.

Le case sono tutte rivestite di legno per mantenere il calore perchè d’inverno si arriva anche a 30° sotto zero e all’interno ci sono tappeti dove loro camminano con calze di lana.

Questi tappeti vengono lavati con l’acqua dei laghi o del mare, che non è molto salata, dove ci sono degli argani per strizzarli e questa operazione viene eseguita dagli uomini della famiglia.

finlandia-alce

I Finlandesi amano molto la loro patria soprattutto da quando si è liberata dalla dominazione svedese e davanti ad ogni casa c’ è un’asta dove , quando sono in casa o in occasione di matrimoni o feste importanti, sventola la bandiera. Il riscaldamento è ad energia elettrica così come le cucine, per evitare incendi.

Le case in legno sono per la stragrande maggioranza rosse o gialle.

L’energia non costa molto perchè viene prodotta da centrali idroelettriche, eoliche o nucleari.

Lo sapevate che in Finlandia ci sono 200.000 laghi?

Le strade sono costeggiate da foreste di betulle, diverse varietà di pini, abeti e molte foreste appartengono a privati cittadini che le acquistano , vi costruiscono le loro case e non hanno paura di abitare da soli perchè in Finlandia non esiste criminalità.

Non esistono porte blindate e lungo le strade che costeggiano le foreste abitate ci sono delle cassette postali personali o un’unica cassetta gialla dove il postino lancia la posta, per tutti gli abitanti del luogo, durante la distribuzione. Dalla prima nevicata gli automobilisti devono usare i pneumatici chiodati fino alla fine dell’inverno, per cui il manto stradale si rovina parecchio e viene rifatto ogni anno.

La velocità consentita non è molto alta perchè ci sono le alci, che sono selvatiche, o le renne che ogni tanto attraversano le strade ed è pericoloso frenare all’ultimo momento.

pic_0091

Natale è una festa molto sentita: vengono cambiati tutti i tappeti e tutte le tende che vengono sostituiti con altri a tema. Alle finestre non ci sono inferriate, nè persiane, nè tapparelle perchè la luce è scarsa ed anche in estate ho visto, soprattutto al nord che, nonostante il sole non tramonti mai, alle finestre ci sono solo delle tendine velate e sui davanzali soprattutto candelabri e ventagli e poi tante piantine dai fiori colorati.

Molti costruiscono le loro case da soli e le donne aiutano gli uomini.

Fanno da soli anche il pane, raccolgono notevoli quantità di frutti di bosco verso la fine di agosto e ne fanno marmellate, liquori, succhi.

A proposito non esistono le donne di servizio qui le donne fanno tutto da sole.

Quando si diventa anziani e non si è più in grado di badare a se stessi ci si trasferisce in dei centri per anziani dove si viene assistiti. Le separazioni sono in aumento e se ci sono dei figli vengono assegnati più ai padri che alle madri.

pic_0130

Finlandia itinerario, cosa vedere e luoghi da visitare

Helsinki è stata scelta nel 2000 come una delle nove Capitali della Cultura e dal punto di vista architettonico è una città tipicamente nordica.

Abbiamo visto la piazza del Senato in stile neoclassico così come il bianco Duomo luterano, la Cattedrale di Uspenski, la più grande chiesa ortodossa della Scandinavia,il Museo Nazionale ed il Teatro Nazionale e la Stazione ferroviaria nello stile Nazional Romantico che è un’interpretazione finlandese dello stile Jugend.

finlandia-helsinki

Molto bello da vedere è il coloratissimo mercato scoperto e coperto, difronte al porto, con bancarelle di frutta, verdura, pesce ed oggetti dell’artigianato finlandese, il mercato delle pulci dove i finlandesi prendono in affitto una bancarella e vendono quello che non gradiscono più nelle loro case, lo Stadio Olimpico, la Chiesa di Temppeliakio, scavata nel granito, esternamente si vede solo la cupola in rame, esempio della moderna architettura finlandese, il monumento a Sibelius, il più famoso compositore di musica classica finlandese,opera della scultrice finlandese Eila Hiltunen.

A mezzogiorno avevamo appuntamento con un’altra guida che sarebbe stata la nostra accompagnatrice per tutti gli undici giorni attraverso la Finlandia e la Norvegia.

Partenza per Porvoo, la seconda città più antica della Finlandia, costeggiando il Golfo di Finlandia.

pic_0135

Prima di visitare la cittadina di origine svedese abbiamo pranzato in un maniero, l’hotel Haikko,che è anche una Spa, che si trova in una proprietà di 14 ettari a 6 km da Porvoo.

Questo maniero risale al 1362 ed è diventato un hotel dal 1966.

E’ un luogo dove il fascino del passato si combina con il moderno.

Un maniero romantico con un enorme patio, terrazza e giardino che abbiamo visitato dopo il pranzo .

Abbiamo pranzato in una sala elegantissima dove ci hanno servito delle pietanze raffinate tra cui del freschissimo salmone in crosta.

finlandia-porvoo

Dopo siamo andati a visitare Porvoo che si trova sulle rive del fiume omonimo dove ho fotografato i magazzini di legno del lungofiume (dal tipico colore rosso delle case scandinave)che sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La piccola cittadina ha due strade parallele che sboccano nella piazza principale ed ha una parte moderna ed una antica.

La parte vecchia ha vie lastricate con casette in legno, negozi di vasellame, pasticcerie, cioccolaterie e la Cattedrale in stile gotico che non abbiamo potuto visitare perchè si celebrava un matrimonio.

finlandia-provoo2

Porvoo è la città di artisti, scultori, pittori ed è ricca di musei e gallerie.

Qui è nato Runeberg, autore dei versi dell’inno finlandese.

Storicamente è importante perchè nel 1800 la Finlandia fu annessa alla Russia e nel 1808 lo Zar Alessandro I portò qui la sede del Parlamento e nella seduta della Dieta di Porvoo, nel 1809, concesse l’autonomia al Paese.

Dovete sapere che Porvoo era una delle tappe dell’antica Via Del Re, questa era una delle principali arterie turistiche della Scandinavia che veniva utilizzata nel 1300 dai re, dalle loro corti, dai cardinali, dai borghesi, dagli artisti e dagli eserciti.

pic_0060

Porvoo, che all’epoca si trovava a ridosso di questa arteria principale , era apprezzata per le sue osterie e botteghe.

Siamo risaliti sul bus e siamo andati a Langinkoski (a 5 km da kotka), un vero paradiso per chi ama la pesca al salmone, e di ciò si rese conto anche lo Zar Alessandro III che si fece costruire una casetta per la pesca lungo le rapide (a pochi km dal confine con la Russia).

Questa regione finlandese, che fa da cerniera e da confine con la Russia, è la Carelia.

Storicamente è stata una vera e propria “nazione”, culla di una cultura e di tradizioni particolari, legate ad una matrice religiosa ortodossa, sotto la corona finlandese; ma, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, una parte di questa regione è passata sotto la sovranità russa e così alla Finlandia è rimasta solo la parte occidentale della Carelia, molto bella dal punto di vista paesaggistico.

Poi abbiamo proseguito il nostro viaggio verso Lappeenranta, situata sul lago Saimaa, lungo 50 km che collega i laghi interni con il Golfo di Finlandia.

finlandia-Lappeenranta

Ha cominciato a piovere e, prima di raggiungere l’Hotel Scandic Patria, abbiamo visitato la chiesa ortodossa Lappeankikko, chiesa in legno del 1794 con interni nei toni dell’azzurro, dove abbiamo assistito per alcuni minuti ad una celebrazione.

Sotto una pioggia sempre più insistente, ma impavidi, siamo andati a curiosare, vicino al porto,lungo la riva del lago Saimaa, il Sandcastle, la più grande scultura di sabbia della Finlandia creata a mano con 3.000.000 di kg di sabbia.

Sandcastle-1

Naturalmente, oltre al castello, ci sono personaggi di fiabe famose tra i quali “Cappuccetto rosso ed il lupo” sempre di sabbia

Il viaggio continua…

Galleria foto Finlandia

Continua: Caponord Saariselka Rovaniemi ed Helsinki

Link sponsorizzato




Lascia una risposta