Versailles: dopo 10 anni riapre al pubblico l’appartamento segreto di Maria Antonietta

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

A Versailles, la grandiosa reggia che fu la residenza dei Borbone di Francia, situata a 15 chilometri da Parigi, apre nuovamente al pubblico una delle attrazioni più belle: le stanze segrete in cui visse la regina Maria Antonietta.

appartamento provato maria antonietta
Credit Myrabella Wikimedia

E’ ufficiale, i visitatori di Versailles potranno tornare ad ammirare gli appartamenti privati di Maria Antonietta, l’ultima regina di Francia durante l’Ancien régime, passata alla storia per la sua morte sulla ghigliottina, voluta a furor di popolo dopo gli eccessi e gli sperperi di cui si rese protagonista, assieme al marito, il re di Francia Luigi XVI di Borbone.

Per il 400esimo anniversario della costruzione della Reggia di Versailles e dopo 10 anni di restauro, le stanze privatissime della regina riapriranno le porte per mostrare gli ambienti lussuosi e raffinati a cui si accede tramite una porta segreta situata nella camera da letto della sovrana.

Apertura dell’appartamento segreto della regina Maria Antonietta a Versailles 2023: date e informazioni

reggia di versailles
Credit ToucanWings Wikimedia

La reggia di Versailles festeggia i suoi primi 400 anni e, per l’occasione, riapre le porte dell’appartamento privato della sovrana Maria Antonietta, celato dietro una porta segreta nella sua camera da letto. Proprio in questi ambienti, Maria Antonietta amava ritirarsi in compagnia dei figli e dei pochi fedelissimi, ammessi a entrarvi, per trascorrere del tempo in assoluta privacy. Gli appartamenti di Maria Antonietta comprendono il Gabinetto d’Oro, il Gabinetto Meridiano, la Biblioteca, due stanze “à la Reine” (una sala da pranzo e un boudoir) oltre al gabinetto da biliardo, disposti su due piani con affaccio su un cortile interno.

Fu la stessa regina a occuparsi dell’arredamento e della decorazione delle stanze tra il 1774, pochi anni dopo il suo matrimonio con il futuro re Luigi XVI, fino al 1788. E fu un lavoro non facile visto il carattere capriccioso di Maria Antonietta. Si dice infatti che l’architetto capo del re, Ange-Jacques Gabriel, che partecipò ai progetti, faticò non poco a causa delle continue modifiche richieste dalla regina.

Gli appartamenti hanno richiesto 10 anni di lavoro tra ricerche storiche e restauri per poter essere aperti al pubblico. Ma questi spazi sono stati ricostruiti con tanta fedeltà e minuzia storica che il visitatore ha l’illusione di entrare in un luogo che la regina ha appena lasciato. Gli appartamenti segreti di Maria Antonietta saranno visitabili in esclusiva dal 27 giugno fino al 9 luglio 2023 con una visita guidata di un’ora e mezzo al costo di 10€. Sono ammesse solo 10 persone alla volta.

La Reggia di Versailles: visite e informazioni

La Reggia di Versailles rappresenta una delle attrazioni imperdibili da vedere durante un soggiorno a Parigi. Questo grandioso complesso con parco, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, situato a 15 km a ovest dalla capitale francese, viene visitato ogni anno da circa 6 milioni di persone. Versailles rappresentò il cuore del potere politico della Francia dal 1682, quando il Re Sole vi si trasferì assieme alla corte, fino al 1789 quando il re Luigi XVI fu costretto a tornare a Parigi con la famiglia, incalzato dalla Rivoluzione francese.

La Reggia di Versailles occupa una superficie di oltre 63 mila m², con oltre 2300 opere d’arte, manufatti e mobili di lusso di cui, 1000 sono pezzi da museo. Il parco reale occupa attualmente 815 ettari, anche se in passato la sua estensione era molto più ampia, arrivando a comprendere quasi 100 giardini. La Reggia di Versailles è visitabile tutti i giorni tranne il lunedì. Il castello apre alle 9:00, mentre la tenuta Trianon apre a mezzogiorno, dal martedì alla domenica. I costi di accesso sono variabili in base al percorso di visita scelto ma il Parco e i Giardini sono gratuiti da novembre a marzo, con apertura tutti i giorni. Da aprile a ottobre i Giardini sono a pagamento dal martedì alla domenica.