4 cose da vedere ad Artena, l’isola pedonale più grande d’Europa

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Un borgo antico a soli 30 km da Roma che al calar del sole prende le sembianze di un presepe sotto le stelle arroccato su un monte: cosa vedere e cosa fare ad Artena percorrendo stradine, vicoletti e assaggiando l’ottima gastronomia locale.

artena-lazio


Visitare Artena: guida turistica

Artena è un caratteristico borgo antico in provincia di Roma sui Monti Lepini molto vicino ai Castelli Romani e anche ad attrazioni come l’outlet e il parco divertimenti, “Rainbow Magic Land”, della vicina Valmontone. La città si è sviluppata dal XII secolo con il nome di Montefortino, sembrava infatti più una fortezza che una cittadina. Solo nel 1873 le è stato attribuito il suo attuale nome (bellissima foto in alto scattata da Salvatore Chiodo).

È uno dei borghi meglio conservati di tutto il Lazio. Una delle sue principali caratteristiche è che tra La Rocca, ovvero la parte alta, e quella bassa c’è un dislivello di 150 metri. Dal 1731 è rimasta intatta una tradizione che si svolge tutt’oggi, la Processione della Madonna delle Grazie: ogni sabato prima della terza domenica di maggio attira oltre 5mila fedeli.

artena-panorama

Artena: luoghi di interesse e attrazioni

Tra le attrazioni turistiche di Artena troviamo innanzitutto il centro storico, costruito dal 1557 e il 1559. La sua formazione risale quindi alla precedente distruzione ordinata da Papa Paolo IV. Quest’ultima fu dovuta al fatto che la famiglia dei Colonna, che risiedeva a Palazzo Borghese dopo il periodo dei Conti di Segni, era in aperto conflitto con il papato. Le truppe del Papa distrussero quella che un tempo era chiamata Montefortino.

La costruzione attuale del complesso monumentale di Palazzo Borghese è a opera del Cardinale Scipione Borghese, nipote di Papa Paolo V, a cui fu venduto proprio dalla famiglia dei Colonna per problemi finanziari. Ancora oggi per visitarlo c’è bisogno dell’autorizzazione della famiglia Borghese previa prenotazione tramite sito internet.

artena-belvedere

Centro Storico – Artena

Visto che il centro storico di Artena fu, come detto poc’anzi, distrutto dalle truppe pontificie, del periodo medievale non resta praticamente nulla. Tuttavia le stradine strette e abbastanza tortuose, le tante mini scalinate e i fiori alle finestre dei piccoli edifici creano uno spettacolo molto caratteristico e suggestivo davanti agli occhi del visitatore.

Dalla parte bassa per giungere a quella alta de La Rocca si attraversano passaggi stretti, corti e archi seguendo un percorso molto affascinante. Oltre al dislivello di 150 metri tra le due zone del centro storico l’altra più grande caratteristica è la possibilità di girare per il paese soltanto a piedi oppure con i muli. Ancora oggi questi animali trasportano ogni prodotto da una zona all’altra del borgo. Artena è infatti considerata la più grande isola pedonale di tutta Europa.

Artena centro storico 2

Palazzo Borghese – Artena

Sebbene le visite al Palazzo Borghese si debbano prenotare tramite il web, visto che quest’antica costruzione è ancora di proprietà dell’omonima famiglia, il biglietto è del tutto gratuito. In passato l’edificio ha avuto un’importanza fondamentale per la vita del paese visto che sorge davanti a piazza Cristoforo Colombo, ovvero il centro nevralgico di Artena. Proprio da Palazzo Borghese si gode di una meravigliosa vista panoramica sulla piazza e tutto il territorio circostante.

Questo edificio risale al XVII secolo e visitandolo è possibile ammirare moltissimi dipinti, reperti e anche statue, tra cui quella della sorella di Napoleone Bonaparte, moglie di Camillo Borghese. Il palazzo dunque è da considerarsi un vero e proprio museo. È interessante anche visitare il suo maestoso giardino che da poco è stato messo a nuovo.

Gli interni di Palazzo Borghese presentano una galleria a tre piani con doppia scala circolare. Interessanti sono anche un grande camino il cui adorno, la testa di Medusa, è stato attribuito al Bernini e gli affreschi di Paul Bril.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

Artena centro storico

Museo Archeologico Roger Lambrechts – Artena

Il Museo Archeologico Roger Lambrechts si trova all’interno dell’ex Granaio Borghese. Quest’ultimo fu fatto costruire nel XVIII secolo dalla famiglia Borghese. Fino agli anni Cinquanta aveva la sua originaria funzione. Oggi, oltre a essere sede del museo, ospita anche la Sala Consiliare.

Il nome del Museo Archeologico Roger Lambrechts è dovuto all’archeologo di Etterbeek in Belgio, colui che ha fatto eseguire in prima persona gli scavi nell’ex Granaio Borghese. Questo luogo d’interesse storico ha al suo interno ceramiche, decorazioni, armi, monete, iscrizioni, ornamenti e altro, che i turisti possono visitare dal 2014, anno della sua restaurazione e apertura al pubblico.

Museo Artena

Chiesa Collegiata di Santa Croce – Artena

Insieme alla Chiesa del Rosario, la Chiesa Collegiata di Santa Croce è una delle costruzioni sacre più antiche di Artena. Da chilometri di distanza è possibile intravederla: è situata infatti su La Rocca. Per raggiungerla i visitatori dovranno risalire rigorosamente a piedi la Via Maggiore del borgo.

La sua antica e prima costruzione risale al 1100, fu poi rasa al suolo e fatta ricostruire dal principe Don Giovanni Battista Borghese. La facciata della chiesa è orientata verso nord e ci sono due campanili a torre. I suoi interni, pur essendo in stile barocco, sono sobri e si avverte un senso di calore e pace, priva di eccessive decorazioni.

artena-centro-storico

Artena – immagini e foto