Vacanze a Silvi Marina: cosa vedere e spiaggia della “Perla dell’Adriatico”

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Silvi Marina è considerata “La Perla dell’Adriatico” con le sue bellissime spiagge e le acque cristalline dove ogni anno turisti abituali e nuovi visitatori decidono di trascorrere le vacanze tra divertimento e relax.

silvi-marina-abruzzo


Silvi Marina: turismo

Silvi Marina è la frazione del comune sparso di Silvi in provincia di Teramo in Abruzzo. C’è chi fa risalire l’origine del suo nome al Dio Silvano, divinità delle foreste e chi dal termine latino “Silvae” per l’abbondante presenza di verde.

A definirla “La Perla dell’Adriatico” fu Gabriele D’Annunzio e mantiene questa espressione per i suoi 6 km di arenile, che la rendono una località balneare molto ambita da ogni tipo di viaggiatore.

Silvi Marina si trova in mezzo tra terra e mare: tra le colline di Città Sant’Angelo e la costa adriatica. La parte bagnata dalle acque è di più recente costruzione mentre il centro storico si trova nella zona collinare chiamata Silvi Alta.

silvi-marina-belvedere

Silvi Marina: attrazioni e luoghi di interesse

Silvi Marina fa parte delle sette località balneari (definite le “Sette Sorelle”) note per essere le migliori della costa adriatica abruzzese. Le altre sono Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi e Pineto.

In particolare la spiaggia di Silvi Marina si estende per 6 km ed è amata per le acque paradisiache e la sabbia fine e sottile. Non c’è bisogno quindi di spostarsi al di là dell’oceano per trovarsi di fronte a uno scenario esotico. Per questo è facile intuire che per diversi anni ha avuto l’importante riconoscimento di “Bandiera Blu” oltre a quello di “Bandiera Verde“.

Grazie anche al clima tipicamente mediterraneo che di norma in estate non va oltre i 30° la spiaggia è un luogo da frequentare per gran parte della giornata, perdendosi tra tramonti incantati e giornate assolate perfette per fare il bagno in questo mare blu. Non sono presenti moli e scogliere perciò si può godere di un panorama davvero incontaminato.

Ci sono grandi aree attrezzate perfette per ospitare famiglie con bambini ma anche lunghi tratti di spiaggia libera per i turisti più avventurosi che potranno approfittare per praticare windsurf, beach volley, pesca subacquea e molti altri sport.

silvi-marina-sèiaggia

Antico Porto di Adria e Torre di Cerrano – Silvi Marina

L’Antico Porto di Adria si trova tra Silvi Marina e Pineto. In epoca antica era un punto strategico visto che collegava Roma con l’Adriatico. Per questo motivo sulla battigia ancora oggi è possibile imbattersi in reperti come anfore e mosaici.

A sormontare l’antico porto vi è la Torre di Cerrano che delimita la zona di Silvi Marina. Questa struttura costruita nel Cinquecento faceva da protezione contro gli attacchi dei pirati Saraceni e Turchi che volevano assaltare il Ducato degli Acquaviva.

Si estende inoltre tra Silvi Marina e Pineto l’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Si tratta di ben 7 km di pineta dei quali due e mezzo sono formati da dune sabbiose. Uno scenario magico in cui il turista può inoltrarsi per ammirare le bellezze naturalistiche.

silvi-marina-torre-cerrano

Potrebbe interessarti Porto Ercole vacanze consigli

Chiesa di San Salvatore – Silvi Marina

La Chiesa di San Salvatore si trova nel centro storico a Silvi Alta e prende il nome dall’antico patrono di Silvi San Salvatore, l’attuale è invece San Leone. Fu costruita intorno al 1100 in onore del Santo.

L’interno è in stile barocco e di particolare rilievo per il visitatore c’è il busto ligneo di San Leone scolpito nel 1766 a Napoli; la cappella del Rosario e una tela artistica sempre di fine Settecento chiamata “Comunione degli Apostoli”.

Si possono ritrovare soltanto pochi elementi che affondano radici nell’antico medioevo: le due acquasantiere costruite con frammenti di un tempio romano e un reperto risalente all’età sveva, un lacerto di affresco che si pensa mostri Santa Caterina d’Alessandria.

Vacanze a Silvi Marina: cosa vedere e spiaggia della "Perla dell'Adriatico"

Tradizioni e feste – Silvi Marina

La tradizione più sentita dai silvaroli è quella de “Lu Ciancialone“. Si tratta di una festa che commemora un episodio leggendario del XVI secolo. Si celebra nella frazione Belvedere di Silvi (detta anche Silvi Paese) ogni ultima domenica di maggio.

Si costruisce un lungo cilindro di canne alto ben dieci metri, gli si dà fuoco e si continua a festeggiare fino a quando le fiamme smettono di ardere. Si narra che questa tradizione affonda radici all’epoca in cui un solo giovane uomo di nome Leone cacciò i pirati Turchi dalla cittadina.

Il ragazzo con sprezzo del pericolo discese dalla collina con in mano una torcia. Gli invasori furono accecati dalla forte luce, pensando che ad aspettarli ci fosse un intero esercito e così batterono in ritirata.

Il primo venerdì della metà di luglio e per i successivi quattro giorni il borgo antico di Silvi Alta si anima di tradizione. Viene infatti organizzata la “mostra delle arti e dei mestieri di una volta“, in cui vengono riportati alla luce antichi lavori come la tessitrice, il falegname o il fabbro in un’atmosfera medievale.

Il visitatore che capita a Silvi in questi giorni potrà gustare i prodotti tipici del posto con percorsi enogastronomici e botteghe antiche. Il tutto mentre si diverte ad assistere a spettacoli come la corsa degli asini o dei sacchi e il ballo della pupa.

silvi-marina-centro-storico

Silvi Marina immagini e foto