Visitare Ala: cosa vedere e cosa fare nella “Città di Velluto”

Feliciana De Martis
  • Autrice viaggi e discipline umanistiche

Ribattezzata la “Città di Velluto” nel Settecento, per via delle fiorente produzione locale, Ala è una realtà unica in Trentino-Alto Adige dove storia e servizi efficienti e ben organizzati convivono in sinergia offrendo al visitatore la possibilità di vivere a pieno questo fantastico borgo. Scopriamo quali sono le principali attività ed i luoghi di interesse da non perdere assolutamente ad Ala.

chiesa di san valentino ala


Visitare Ala: guida turistica

In Trentino-Alto Adige, in provincia di Trento, sorge il meraviglioso e pittoresco borgo di Ala, un luogo diventato famoso in tutta Italia a partire dal Settecento per via della produzione dei velluti di seta. Dal sapore squisitamente barocco, Ala accoglie i turisti permettendo loro di immergersi in uno scenario da favola.

Proprio per tali ragioni, per la bellezza del territorio circostante e per la varietà di eventi organizzati durante l’anno, Ala ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Bandiera Arancione da parte del Touring Club Italiano.

ala-municipio-centro

Potrebbe interessarti Punta Ala vacanze consigli

Ala – Storia e territorio

Luogo di confine fra l’Italia e l’Impero austro-ungarico sino alla Prima Guerra Mondiale, Ala sorge a ridosso della Valle dei Ronchi in Vallagarina in un contesto naturalistico di incredibile bellezza.

La storia di Ala è ricca di eventi importanti, risalenti anche ed epoche molto lontane, che ne hanno segnato le sorti e che hanno lasciato tracce sul territorio.

Tra questi, rivestono certamente un ruolo centrale i fasti che il borgo ha conosciuto tra il Cinquecento ed il Settecento per merito della coltivazione del gelso e del baco da seta prima e della lavorazione del velluto di seta poi.

ala-monumenti

Ala: attrazioni e luoghi di interesse

Che sia una camminata nei dintorni di Ala, tra vigneti e percorsi ben segnalati da percorrere a piedi o in mountain bike o che sia una visita ai principali luoghi di interesse del borgo o, ancora, una rilassante visita al centro storico con una pausa per assaggiare la cucina locale, di certo qui non mancano attività ed offerte turistiche.

Vediamo, nello specifico, cosa fare e cosa vedere ad Ala.

ala-architettura

Museo del Pianoforte Antico – Ala

Nel centro storico di Ala sorge Palazzo de’ Pizzini, un complesso di 3 edifici realizzati tra il XVII ed il XVIII secolo, in stile barocco. Delle tre, la struttura più antica è Palazzo de’ Pizzini – di Lenna ed ospita il Museo del Pianoforte Antico.

Il museo ospita una prestigiosa collezione della pianista Temeunuschka Vesselinov comprendente bellissimi e prestigiosi pianoforti dei tempi di Mozart, Beethoven, Schubert, Chopin e Liszt. Qui sostarono personaggi illustri come Maria Teresa d’Austria, Napoleone Bonaparte e W. Amadeus Mozart.

ala museo del pianoforte antico

Chiesa di Santa Maria Assunta – Ala

Situata in posizione dominante rispetto al centro di Ala, la Chiesa di Santa Maria Assunta arricchisce ed impreziosisce il profilo del borgo.

Si tratta di una costruzione molto antica, le prime testimonianze risalgono infatti al XII secolo, oggetto poi di lavori di ristrutturazione nel XV secolo mentre il campanile risale al alla seconda metà nel 1600 ad opera di Domenico Bianchi.

All’interno la chiesa presenta una volta meravigliosa, completamente affrescata e si compone di una navata unica con sei cappelle principali, due minori ed un’abside semicircolare.

ala-chiesa-santa-maria-assunta

Santuario di San Valentino – Ala

A nord di Ala si trova il maestoso Santuario di San Valentino, situato su un colle che domina la Valle dell’Adige. All’esterno il santuario si presenta in stile barocco, frutto dei lavori di ampliamento avvenuti nel 1763, ma la sua costruzione è ben più antica, la consacrazione, infatti, è avvenuta nel 1329.

santuario san valentino ala

Centro storico di Ala e Palazzi Barocchi – Ala

Di notevole e rara bellezza è il centro storico di Ala con i suoi incredibili palazzi barocchi dove, in estate, spesso si organizzano visite guidate alla scoperta di questi tesori nascosti.

Infatti, come abbiamo anticipato, sebbene il borgo abbia origini romane, è tra il Cinquecento ed il Settecento che ha conosciuto il massimo sviluppo.

Tra i palazzi più importanti ci sono Palazzo Taddei, che in futuro sarà la sede del Museo Provinciale del Tessuto di Ala, il già citato Palazzo de’ Pizzini, Palazzo Gresta ed, infine, Palazzo Malfatti-Azzolini.

ala palazzo taddei

Chiesa di San Pietro in Bosco – Ala

La Chiesa di San Pietro in Bosco di Ala è un bellissimo esempio di architettura romanica, risalente al VI secolo ed è la struttura più antica di tutto il borgo.

Presenta un campanile con cuspide davvero molto bello in cotto veronese e bifore romaniche e oltre ad essere molto interessante per la sua struttura architettonica lo è anche per il ciclo di affreschi medievali dipinti al suo interno.

ala chiesa san pietro in bosco

Passeggiate ed escursioni – Ala

Per concludere, Ala è la meta ideale anche per tutti gli appassionati di trekking e passeggiate alla ricerca di sentieri da percorrere per esplorare e conoscere il territorio circostante.

Da Ala è possibile raggiungere il vicino Altopiano della Lessinia che offre la possibilità di cimentarsi in nordic walking, trekking e mountain bike oppure la Valle di Ronchi, dalla quale poi accedere alle Piccole Dolomiti, dove si può visitare un antico mulino trasformato ad oggi in un’officina, oppure percorrere la Strada dei Ladri.

ala-trento

Ala: immagini e foto