Visitare Portogruaro: cosa vedere e cosa fare nella “Città gioiello della Venezia Orientale”

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Portogruaro è una deliziosa cittadina dell’area metropolitana di Venezia. Una città di arte e cultura, una “piccola Venezia” con canali, ponti e palazzi nobiliari, oltre che i famosi mulini sul Lemene e il terzo campanile più pendente d’Italia. Ecco cosa vedere e cosa fare per visitare Portogruaro.

Portogruaro cosa vedere


Portogruaro: attrazioni e luoghi di interesse

Adagiata lungo il fiume Lemene, a metà strada tra Venezia e Trieste, Portogruaro è una città di origine medievale che offre numerose attrazioni per una vacanza o una gita fuori porta: la cultura, l’arte, le bellezze naturali e la vicinanza al mare. Il centro storico è racchiuso da mura che mostrano ancora il fossato perimetrale. Per visitare Portogruaro partiamo proprio dal suo centro.

portogruaro-duomo-sant-andrea

Duomo di Sant’Andrea – Portogruaro

Il Duomo di Portogruaro, intitolato a Sant’Andrea apostolo, si trova nella piazza che porta il suo nome. Si tratta di un edificio in stile neoclassico, la cui costruzione iniziò nel 1793 sui resti di una chiesa del XII secolo. All’interno conserva numerose opere d’arte tra cui tele di scuola veneta, riferibili ad un periodo che va dal XVI al XVIII secolo.

Ma la caratteristica del Duomo che attrae maggiormente l’attenzione è senza dubbio la torre campanaria, in stile romanico, che, nella sua parte più antica, risale al XII secolo. La torre presenta una pendenza verso nord-est di oltre 1 metro che la rende la terza torre più pendente in Italia.

portogruaro-duomo

Mulini di Sant’Andrea – Portogruaro

Nella parte anteriore del Duomo scorre il fiume Lemene sul quale troviamo uno degli scorci più suggestivi di Portogruaro, quello con i suoi mulini, il porto fluviale e l’oratorio della Madonna della Pescheria. I due mulini sono antichi e risalgono al XIII secolo. Dal momento della loro costruzione e fino al 1867 rimasero di proprietà vescovile e oggi ospitano la Galleria Comunale d’Arte contemporanea.

Da non perdere una visita alle vicine strade retrostanti i mulini, via Roma, via del Seminario e via Garibaldi. Esse rappresentano il nucleo più antico della città con nobili palazzi in stile liberty, la Villa Comunale, i resti del quattrocentesco Oratorio del SS. Corpo di Cristo o dello Spirito Santo che conserva una croce lapidea altomedievale.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

portogruaro-mulini

Piazza della Repubblica e Pozzetto delle Gru – Portogruaro

Da Sant’Andrea si raggiunge la vicinissima piazza della Repubblica. Questa piazza centrale racchiude alcune delle maggiori attrazioni di Portogruaro. Nel lato occidentale si trova il palazzo municipale con il suo particolare stile gotico. Si tratta di un edificio realizzato in due fasi, databili al XIII e al XVI secolo. Nella facciata si trovano la merlatura ghibellina, eleganti finestre con i vetri piombati alla veneziana e la scala in pietra d’Istria.

A fianco del Municipio è situato il pozzetto delle gru, uno dei simboli di Portogruaro. Si tratta di una vera da pozzo realizzata nel 1494 e sormontata da due gru, qui collocate nel 1928 in sostituzione di quelle originarie, prelevate nel 1917 per farne cannoni durante l’invasione austriaca.

palazzo municipale portogruaro

Palazzi di via Martiri della Libertà – Portogruaro

Da piazza della Repubblica passa via Martiri della Libertà che con il suo “listòn” rappresenta il salotto della cittadina. Qui si possono ammirare notevoli edifici nobiliari, simbolo di architettura gotico rinascimentale e del tipico stile veneziano: palazzo Muschietti, palazzetto Moro, palazzetto Fratto, palazzo Longo, casa Muschietti impreziosita da colonne in stile classico e capitelli paleocristiani del VI secolo, palazzo de Götzen e palazzo Dal Moro, ingentilito da formelle e bassorilievi, alcuni dei quali di epoca romana.

portogruaro-palazzi

Porte di accesso – Portogruaro

Seguendo via Martiri della Libertà si giunge ad una delle tre porte storiche della città, quella di San Gottardo. Le altre due sono intitolare a Sant’Agnese e a San Giovanni. La Porta di San Gottardo rappresenta una testimonianza delle origini medievali nella città cinta da mura. Realizzata nel XII secolo, essa reca gli stemmi della città.

Porta Sant’ Agnese è dell’inizio del XIII secolo, mentre Porta San Giovanni risale al XII secolo. Quest’ultima era l’accesso principale in città per gli uomini e le merci provenienti dal vicino Fondaco delle mercanzie. Sul lato meridionale reca le tracce di un leone marciano del 1797.

Portogruaro villa comunale

Musei – Portogruaro

Il Museo Nazionale Concordiese di Portogruaro è il museo più longevo della città e uno dei più antichi d’Italia, essendo stato inaugurato nel 1888. Espone collezioni di reperti di età romana, alcuni situati anche all’esterno, lungo il Percorso archeologico che si snoda sulla riva del fiume Lemene.

Il Museo paleontologico “Michele Gortani” è ospitato al secondo piano della Villa Comunale, accanto al Parco della Pace. Al suo interno si trovano 1500 reperti e fossili rinvenuti in tutto il Veneto e riferibili ad un periodo che va dal Paleozoico inferiore fino alla comparsa dell’uomo.

Il Museo della Città è situato presso l’antica Torre di Sant’Agnese. Esso raccoglie e conserva tutte quelle collezioni non archeologiche del Museo Nazionale Concordiese come stemmi, statue, epigrafi, lapidi sepolcrali dell’antico cimitero ebraico un tempo presente a Portogruaro, manoscritti, stampe, libri antichi e fotografie d’epoca.

portogruaro-veneto

Passeggiate – Portogruaro

Negli ultimi anni Portogruaro è stato interessato da progetti di recupero di sentieri campestri, ettari di bosco e di zone umide nell’ambito della Venezia Orientale. Nei dintorni di Portogruaro si trova il bosco di Lison ed il piccolo bosco Zacchi in località Martignon, che rappresentano resti di un’antica foresta planiziale e che offrono percorsi ciclo-turistici.

Un facile anello da percorrere è quello che da Portogruaro porta a seguire le sponde del Lemene e del Reghena, passando per Concordia Sagittaria. Infine, si possono seguire le orme dei pellegrini lungo la Romea Strata, un’itinerario di pellegrinaggio, di cui Portogruaro è un’importante tappa nel nord est Italia.

percorsi naturaliastici portogruaro

Visitare Portogruaro: immagini e foto