Esperienza di viaggio: 3 giorni nella regione di Sabah nell’isola più selvaggia al mondo

Esperienza di 3 giorni nella regione di Sabah: itinerario, luoghi visitati, costi e suggerimenti per un viaggio all’insegna dell’avventura tra natura  e animali in via di estinzione!

wirestock1
Photo by wirestock – Freepik

Hai mai sognato di esplorare la giungla selvaggia del Borneo e scoprire un mondo affascinante ricco di meraviglie naturali? Se la tua risposta è sì, allora la regione di Sabah, situata nell‘isola più selvaggia al mondo, è il posto perfetto per te.

In questa sorta di guida di viaggio, sarai catapultato attraverso un itinerario di 3  giorni che ti permetterà di immergerti nella natura incontaminata, avvistare animali straordinari e vivere un’avventura mozzafiato ala scoperta della giungla incontaminata malese.

Esperienza da fare se sei un amante della natura e desideri immergerti in una delle regioni più selvagge al mondo. Tuttavia, è importante essere preparati per l’umidità e le condizioni di viaggio avventurose. Inoltre, se sei interessato alla conservazione degli animali e desideri sostenere gli sforzi per proteggere le specie in via d’estinzione, le escursioni ai centri di riabilitazione sono una opportunità unica.

Per chi vorrebbe lanciarsi in un viaggio avventuroso, ecco una esperienza di viaggio indimenticabile di 3 giorni.

Itinerario 3 giorni nella regione di Sabah

vladimircech
Photo by vladimircech – Freepik

Giorno 1: da Singapore verso Sandakan

Consigliamo di partire da Singapore presso l’aeroporto di Changi, il quale viene elogiato per pulizia e modernità. Anche se si sarà costretti ad essere mattinieri, in quanto i voli Air Asia direzione Sandakan sono sempre molto presto. Dopo tre ore di viaggio sarai giunto nella parte orientale del Borneo.

A Sandakan, nella regione di Sabah, una delle prime cose che si noteranno sarà l’accoglienza calorosa e l’educazione degli abitanti. Non sempre si è abituati e magari si pensa che lo facciano per tornaconto, ma è un valore aggiunto da considerare. La Malesia è meno turistica rispetto ad altri Paesi del sud-est asiatico e per questo il viaggio diventa autentico. Niente filtri o villaggi fittizi, è la cultura locale nuda e cruda.

Arrivati in hotel, meglio approfittarne per prenotare le escursioni nei dintorni e soprattutto una crociera lungo il fiume Kinabatangan. Questo ti permetterà di esplorare la regione in modo comodo e organizzato.

Giorno 2: visita foreste e centri per tutelare gli animali

Ti raccomandiamo di fare una colazione abbondante e tipica perchè sarà una giornata all’insegna dell’avventura. Di solito, quando si programmano le escursioni, ci sarà sempre un autista locale gentile e preparato che contribuirà anche ad organizzare un percorso logistico tenendo conto dei luoghi d’interesse da visitare.

Per una giornata all’insegna della tutela degli animali, come orangutan, scimmia proboscide, uccelli in via d’estinzione e altri animali nella stessa situazione, si può tranquillamente proseguire presso i centri principali del luogo che sono:

  • Orangutan Sepilok Pusat Rehabilitation Center;
  • Rainforest Discovery Center;
  • Proboscis Labuk Bay Monkey Sanctuary;
  • Bornean Sun Bear Conservation Center.

Se sarai fortunato, in questi luoghi potrai avvistare gli animali da vicino, camminando sulle passerelle costruite appositamente.

Giorno 3: escursione sul fiume Kinabatangan

Anche il terzo giorno la sveglia suonerà all’alba, momento ideale per trasferirsi verso Bilit ed effettuare una escursione sul fiume Kinabatangan a bordo di una barchetta a motore.

Essendo uno dei luoghi del Borneo caratterizzato da giungla selvaggia, ci sarà una guida locale esperta. Dovrai solo seguire le sue indicazioni e marroni. Verrai rapito dalla vegetazione con mille sfumature e specie protette di esemplari di uccelli e primati che faranno capolino qui e là. Oltre ad orangutan e scimmie proboscide, potresti avvistare anche coccodrilli. Sarà un momento emozionante e ti raccomanderanno di mantenere la calma per goderti l’incontro con queste creature.

Costi totali dell’itinerario di 3 giorni

L’esperienza di viaggio nella regione di Sabah offre un’avventura unica senza dover spendere una fortuna. Le spese totali di questo itinerario di tre giorni ammontano a circa 450 €, inclusi i costi per le escursioni, il trasporto aereo e le spese varie.

È importante tenere presente che i costi del volo da e per l’Italia non sono inclusi in questo calcolo. Tuttavia, se decidi di visitare Sabah, potresti prendere in considerazione l’opzione di fermarti a Singapore per pochi giorni esplorando il territorio.

Il periodo migliore per andarci è tra fine marzo e tutto aprile: l’umidità sarà presente e persistente, ma salvo sorprese, eviterete la stagione delle piogge. Inoltre, potrete trovare anche alloggi niente male spendendo poco. Per spendere ancora meno in cibo, le bancarelle del mercato locale offrono cibo di ogni genere: da assaggiare il murtabak con pollo e i frullati fosforescenti serviti in busta di nylon. Oppure, se volete stare comodamente seduti a mangiare tipicità, i ristoranti locali lungo il vialetto che costeggia il mare sono la scelta migliore: in 2 si spende praticamente 6 €.

Con un budget relativamente contenuto, è possibile vivere un’avventura mozzafiato nella giungla del Borneo e scoprire un lato del mondo ricco di meraviglie naturali.

Itinerario 3 giorni nella regione di Sabah: foto e immagini