4 città italiane dove i piatti tipici locali sono i più buoni ed interessanti secondo TasteAtlas

Autore:
Mario Rinaldi
  • Giornalista

Paese che vai usanza che trovi. Un proverbio che si addice molto alle tradizioni gastronomiche del nostro Bel Paese, dove ogni città ha un suo piatto tipico, una specialità che la rappresenta e che in un certo modo la rende attraente per quello che può offrire in termini di gusto e di bontà. In questa mini guida verranno elencate le 4 città con i piatti tipici più buoni ed interessanti secondo la rivista “TasteAtlas”. Scopriamo quali sono.

pasta-carbonara
(ph credit takedahrs, Pixabay)

4 città italiane del “gusto” secondo TasteAtlas: quali sono e classifica

La cucina italiana, come noto, è riconosciuta ed apprezzata come una delle migliori al mondo, se non addirittura la migliore in assoluto. Questo grazie alla qualità delle materie prime che vengono prodotte nel nostro Bel Paese e anche grazie alla capacità e all’estro creativo di coloro che, nel tempo, sono riusciti a trasformare i prodotti italiani in vere e proprie prelibatezze, apprezzate in ogni parte del globo. Ad ogni città la sua specialità. Quindi ai buongustai non resta che accomodarsi a tavola ed essere serviti col meglio che la cucina italiana riesce ad offrire.

Ecco, le località che secondo TesteAtlas sono ai primi quattro posti della top ten del gusto in quanto piatti tipici e specialità locali: il quarto posto è occupato da Napoli, dove ovviamente la pizza la fa da padrona. Un piatto imitato in tutto il mondo, ma nessuna città o Paese può offrire il gusto e la bontà di una pizza come quella fatta nel capoluogo campano, dove i pizzaioli sono riconosciuti indiscussi maestri e re di una delle pietanze più conosciute e consumate al mondo.

Per il terzo posto si rimane in Campania, a Sorrento, dove le specialità principali sono a base di pesce fresco, come il famoso scialatiello allo scoglio o l’insalata di mare. Sorrento, del resto, come tutta la penisola sorrentina gode della bellezza di un mare favoloso, che diventa anche una preziosa risorsa per la cucina locale. La medaglia d’argento di questa speciale classifica va a Roma. La Capitale d’Italia è nota per la carbonara cacio e pepe, la pasta all’arrabbiata e la buonissima amatriciana.

bistecca-fiorentina
(ph credit smilingpixell, Pixabay)

Il primato di città con piatti tipici locali

Il primo posto della classifica relativa alle città con i piatti tipici più buoni va a Firenze “La Culla del Rinascimento”. Nel capoluogo toscano, cuochi, chef o massaie utilizzano ingredienti di prima qualità, andando sempre alla ricerca dell’innovazione abbinata alla tradizione. Secondo TasteAtlas, Firenze è effettivamente la città italiana dove il cibo locale è quello più buono rispetto a tutti gli altri.

Un classico è rappresentato dalla bistecca alla fiorentina. Ma c’è anche la ribollita, zuppa calda composta da pane raffermo e verdure di stagione. Tra i dolci si trovano poi i famosi cantuccini toscani da intingere nel Vin Santo. Un’esplosione di gusto che si abbina anche al buon vino, in particolar modo il Chianti. Ad ogni modo, un tour per l’Italia non si riduce alla semplice visita di musei, monumenti e bellezze artistico-architettoniche di cui il nostro Paese è leader mondiale. A questo bisogna abbinare anche la degustazione di piatti tipici locali, che si possono trovare da Nord a Sud, dalle coste della splendida Regione Sicilia fino alle Alpi. Un giro nel gusto, nella storia e nelle tradizioni.