CAPITALI EUROPEE viaggio in auto

Amsterdam


Lussemburgo consigli di viaggio e informazioni utili

Un bellissimo giro in macchina di 14 giorni attraverso alcune importanti capitali europee Luxemburg-city a Berlino passando per Bruxelles, Amsterdam e Copenaghen.

Sveglia ore 5.00, preparativi vari e partenza da Torino ore 7.45, carichi come muli, destinazione Lussemburgo.

Viaggio lungo con qualche errore di percorso (perdiamo circa 1 ora) e per colpa dei lavori sulle strade in Svizzera.

In Alsazia facciamo una sosta all’Autogrill dove prendiamo un caffè; ripartiamo e per strada avvistiamo anche alcune “cicogne”

Il navigatore ci fa fare un percorso alternativo sulla ROUTE DES VINS e così attraversiamo il paesino dove è nata la Bugatti, molto carino tra l’altro.

Arriviamo a Luxemburg City alle 17.24, l’hotel NOVOTEL è bellissimo.

luxembourg-1

Cosa visitare a Lussemburgo

Sistemazione veloce e uscita per visita città e pappa; attraversiamo il ponte sul Petrusse, altissimo ma con un panorama stupendo arriviamo nella zona del centro tutta pedonale, molto carina e piena di giovani vediamo la Cattedrale, Place des Armes, Place des Guillaume,la Grand Rue e il Parlamento e poi ci dedichiamo alla ricerca del cibo.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

Ci fermiamo in Place des Armes (dove c’è anche un palco con musica dal vivo) a La Boucherìe, mangiamo addirittura all’aperto.

Ritorniamo in hotel passando da Place des Theatre des Capucines, le Tre Torri, varie Spanish Tower, facciamo una discesa fino alle rovine (panorama bellissimo), il Palazzo del Consiglio di Stato e la Cattedrale dove chiudiamo il giro, rifacciamo il ponte sul Petrusse , facciamo una mini-deviazione su Avenue de la Gare e rientriamo distrutti.

Bruxelles consigli di viaggio e informazioni utili

Il giorno seguente sveglia ore 7.30, sistemazione e colazione ottima in hotel.

Partenza ore 10.30, piove, anzi diluvia per tutto il viaggio arriviamo a Bruxelles alle 13.20 circa, dopodichè ci lanciamo alla ricerca di un parcheggio vicino all’hotel, il NOVOTEL BRUSSELS GRAND’PLACE molto bello e con una camera enorme.

brussels-1

E inoltre siamo proprio sulla piazza del Mercato delle Erbe, molto pittoresca.

Sistemazione veloce e via.

Cosa visitare a Bruxelles

Prima tappa a Grand Place, meravigliosa, forse la più bella piazza del mondo, anche se in foto e in video non renderà al meglio.

Il tempo pazzo ci accoglie subito con un mega temporale, e vai con i k-way.

Comunque non ci arrendiamo e proseguiamo per andare a vedere la famosa Manneken Pis (la fontanella con il bimbo che fa pipì!), che però è davvero piccolissima e piena di turisti; poi andiamo verso i quartieri S.te Catherine e St.Géry, passando davanti al Palazzo dela Bourse e la Zinneke Pis per fortuna esce un bel sole caldo e così possiamo togliere i k-way.

Ora ci dirigiamo verso il Palais de la Monnaie e facciamo anche un giro nella Rue Neuve, piena di negozi e di gente; cerchiamo la Place des Martyrs (così così) e poi andiamo a vedere la Cathedràle des S.ts Michel et Gudule ed in seguito andiamo verso il Palais Royal poi a Place du Grand Sablon dove vediamola Chiesa Notre Dame du Sablon e da lontano le Palais du Justice e la Chiesa Notre Dame de la Chapelle.

Potrebbe interessarti CAPITALI EUROPEE (PARTE SECONDA)

Cerchiamo la Tour d’Angle, passando per una via ciottolata in discesa molto pittoresca e ci riavviciniamo all’hotel (ore 18.30); ci sistemiamo e ci scaldiamo un po’, intanto esce di nuovo il sole, così usciamo per cena e un breve giro serale.

Facciamo le Galeries Royales St. Hubert, molto belle e imbocchiamo la Rue des Bouchers, zeppa di ristorantini e turisti, tutta bella ciottolata.

Prima di cena andiamo a vederela Jeanneken Pis (fontanella con bimba che fa pipì…mo’ basta però!) e poi ci dedichiamo alla pappa: moules et frites (cozze e patatine), come consigliato dalle guide, però troppo brodo e troppi schizzi.

brussels-2

Dopo cena ritorniamo in hotel passando per alcune viuzze molto carine, in più sono le 21.30 ed è ancora chiaro, che bello.

Il giorno seguente c’è la FESTA NAZIONALE BELGA sveglia ore 7.15, sistemazione e colazione ottima in hotel; usciamo per le 10.10 e passando davanti alla Cattedrale vediamo tantissime guardie a cavallo pronte per partire e un sacco di gente ci sono il Re e la Regina in Chiesa.

Restiamo un po’ a guardare e poi andiamo a vedere la Colonne du Congrés , poi torniamo al Parco di Bruxelles, dove stanno preparando delle mini olimpiadi per i bambini, per fortuna oggi è una bella giornata, c’è un sacco di gente per strada.Usciamo dal parco e ci spostiamo verso la zona del Parlamento Europeo, la UE, con palazzi enormi e nuovissimi quando arriviamo alla sede della Commissione Europea però è tutto deserto (d’altronde oggi è festa nazionale ed è luglio!).

Da lì andiamo al Parco del Cinquantenario con l’Arco che è davvero bellissimo, come il parco, che è tenuto benissimo e poi, tornando indietro passiamo anche davanti alla sede del Parlamento Europeo, sempre più deserto.

Però, che struttura enorme nel frattempo stanno arrivando pullman carichi di militari per la parata di oggi pomeriggio, si chiudono le strade, la gente si prepara che emozione.

Noi torniamo in hotel per una breve sosta, dalle 15 alle 15.30 e poi usciamo di nuovo e facciamo un giro nel quartiere di St. Géry per vederlo con il sole e infatti è molto più bello di ieri, pieno di ragazzi seduti nei dehors dei bar; davanti al Palazzo della Borsa invece vediamo sfrecciare in cielo le loro frecce tricolori e vari aerei militari.

Torniamo in hotel, c’è un bordello di gente in giro, è bellissimo facciamo un riposino fino alle 18.30 e poi usciamo per cena, stasera però la Rue des Bouchers è impraticabile, andiamo un po’ più in giù e troviamo un ristorante italiano dove proviamo la PAELLA (!), ottima, peccato per l’espresso che prendiamo dopo, che smuove un po’ il pancino.

Amsterdam consigli di viaggio e informazioni utili

Il giorno seguente sveglia ore 7, sistemazione e colazione in hotel partenza per AMSTERDAM.

amsterdam-1

All’arrivo (ore 13) ci accoglie la nostra “cara amica” pioggia e ci rendiamo subito conto che è impossibile girare con la macchina, non si trova parcheggio, anche perché il nostro albergo, il Victoria Plaza, è centralissimo e riusciamo a sistemarci e a uscire alle 14.30, con tanta pioggia, ma sembra davvero una città stupenda.

Cosa visitare ad Amsterdam

Piena di giovani e di gente di tutti i tipi, ma ci sentiamo completamente a nostro agio; partiamo con i nostri itinerari (e il tempo che ci accompagna vedrà momenti di pioggia fortissima alternati a momenti di sole caldissimo): vediamo subito il Newmarkt (dove abbiamo lasciato la macchina),la Oude Kerk, il Dam, la Niewe Kerk, la Zuide Kerk, giriamo nei quartieri Oude Zijde, Beeijnhof, Niewe Zijde e Jordan (molto bello e tranquillo, da tornarci in questi giorni per passeggiare) ed è davvero tutto bellissimo, ci piace tantissimo come città.

Ci sono mille scorci panoramici, viuzze pittoresche, casette storiche bellissime.

Torniamo verso l’hotel per le 18, ripassiamo dal Dam e intanto si sta svolgendo una specie di RAVE.

E’ bellissimo, c’è gente di tutti i tipi che balla la House.

Rientriamo in hotel per farci una bella doccia e usciamo di nuovo per la pappa; il tempo è migliorato, tutto limpido però c’è un’arietta gelide ceniamo al “Delta Steakhouse”.

Dopo cena giretto fino all’Università , in Waterloo Plein (così così) e ritorno verso il quartiere a luci rosse.

Coffee Shop e ragazze in vetrina: certe sono davvero bellissime, alcune sono orrende e altre sono veramente piccole!!! Rientro in hotel ore 22 e fuori è ancora chiaro, che meraviglia.

amsterdam diario di viaggio

Il giorno seguente andiamo a visitare il museo il Newmetropolis (di Renzo Piano) e il Museo di Storia Marittima, giriamo un po’ arrivando davanti al giardino botanico, visitiamo i quartieri Amstelveld e Plantage, vediamo uno dei vecchi mulini a vento, il Museo dei Tropici e la Muidepoort.

Questa è una zona un po’ più tranquilla, ma sempre molto bella; ci riportiamo verso la Rembrandt Plein , molto bella e piena di gente, passando da uno dei ponti più vecchi sull’Amstel e vediamo anche le vecchie chiuse in legno (ancora funzionanti!).

Andiamo in Munt Plein, piazza enorme piena di vita, poi al mercatino dei fiori galleggiante (bello) e vediamo anche il “Gomito d’oro”.

Ci spostiamo nel quartiere dei Musei (passiamo davanti alla Birreria-Museo Heineken) e inizia a piovigginare… sono le 14 circa e allora ci intrufoliamo nel Rijks Museum (bellissimo anche da fuori, peccato che è in ristrutturazione), io vorrei vedere “La ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer però non c’è, per il momento è al Vaticano; comunque ci sono le migliori opere sia di Vermeer che di Rembrandt e altri, molto bello.

amsterdam

Quando usciamo Ale prende un hot-dog , poi ci rifugiamo in un bar per un tè caldo e un caffè dato che adesso piove in modo deciso.

Ci scaldiamo un pochino e poi decidiamo di uscire e tornare in hotel, passiamo nel Fashion District e nella via pedonale con negozi più alla nostra portata (anche qui c’è un sacco di gente); arriviamo in hotel alle 17 e la camera non è stata fatta.

Andiamo a chiedere, aspettiamo un po’, poi doccia calda, riposino, internet e usciamo per cena.

Piove forte, andiamo sulla Damrak al “De Roode Leeuw” (consigliato dalla guida “Weekend a…”) dopo usciamo, ci laviamo per bene, compriamo le cose per la colazione di domani (con 7,35 €!) e torniamo in camera… speriamo per il tempo di domani.

Comunque Amsterdam è splendida.

IL VIAGGIO CONTINUA CON COPENAGHEN.

Galleria foto Capitali Europee