5 borghi più belli della Sardegna da visitare a Pasqua e Pasquetta

Feliciana De Martis
  • Autrice viaggi e discipline umanistiche

La Sardegna è un’isola bellissima, misteriosa ed affascinante che offre ai suoi visitatori tradizioni ancora vive e sentite dagli abitanti del posto, bellezze naturali di incredibile bellezza ed una varietà paesaggistica in grado di soddisfare praticamente chiunque. Vediamo quali sono le attività ed i borghi più interessanti da non perdere a Pasqua e Pasquetta.

pula


Dove andare il weekend di Pasqua e Pasquetta in Sardegna: idee e consigli su cosa fare e cosa vedere

La Sardegna è una terra incredibile da scoprire in ogni suo aspetto, dal mare bellissimo con le coste frastagliate, l’acqua cristallina, le calette color smeraldo fino all’entroterra selvaggio e ricco di storia e cultura dove immergersi per entrare nel vivo delle tradizioni locali e dove degustare la cucina tipica sarda con le sue prelibatezze.

Uno dei periodi migliori per farlo, complice il clima mite ed un turismo contenuto, è proprio la primavera e perché non approfittare del weekend di Pasqua? Vediamo insieme quali sono i 5 borghi più belli della Sardegna da visitare a Pasqua e Pasquetta.

ulassai

Aggius – Sardegna

Aggius è un borgo sardo che si trova in provincia di Sassari nella subregione della Gallura e sicuramente è una meta che tutti gli appassionati di storia e tradizioni non potranno che apprezzare.

Il suo centro storico ben conservato e preservato, infatti, è uno dei motivi per cui Aggius è stato inserito nel circuito de “I Borghi Autentici d’Italia” ed è anche stato premiato con la Bandiera Arancione da parte del TCI.

aggius

Pasqua è il momento perfetto per visitare il borgo poiché qui i riti e le tradizioni pasquali fanno parte da secoli della storia del posto e si celebrano con grande interesse e coinvolgimento da parte di tutta la popolazione.

Tra i luoghi di interesse ci sono diversi musei tra cui il Museo etnografico Oliva Carta Cannas ed il Museo del banditismo, la zona cosiddetta “valle della luna” e la piccola ma caratteristica Chiesa campestre San Pietro di Ruda.

aggius-museo

Calasetta – Sardegna

Case bianche, distese di ginepri verde ed mare cristallino sono ciò che caratterizza l’incantevole e paradisiaco borgo sardo di Calasetta che si trova sulla punta settentrionale dell’isola di Sant’Antioco nell’arcipelago del Sulcis,

calasetta

Potrebbe interessarti Pula discoteche e locali notturni

Si tratta di uno dei posti più belli e suggestivi dove trascorrere il weekend di Pasqua e dove festeggiare la Pasquetta all’aperto magari in riva alle bellissime spiagge di questo territorio come quella di Sottotorre, oppure per approfittarne per ammirare i faraglioni di Nido dei Passeri.

Il borgo conserva una storia singolare, pur trovandosi in Sicilia, racchiude un cuore tutto ligure, infatti fu fondato nel Settecento da una trentina di famiglie ligure e ad oggi coesistono tradizioni tipiche della Liguria e della Sardegna.

Infine, è assolutamente consigliata una visita al MACC – Museo d’Arte Contemporanea Calasetta.

calasetta-faraglioni

Pula – Sardegna

Pula è un piccolo borgo in provincia di Cagliari noto principalmente per le sue atmosfere squisitamente mediterranee, mentre la vita cittadina pulsa tra la piazzetta, il centro storico ed il bellissimo mare con le sue spiagge sabbiose.

Tra vicoli stretti, bellissime ed antiche dimore patrizie e a buona cucina, Pula è indubbiamente il luogo ideale dove trascorrere un weekend di Pasqua all’insegna del relax, dove staccare davvero la spina dalla vita di tutti i giorni.

Da non perdere è la suggestiva area archeologica di Nora situata sul promontorio di capo Pula, uno dei centro archeologici più importanti di tutta la regione.

Nora è stata la prima città fenicia della Sardegna, conquistata poi dai romani e di cui ad oggi restano delle affascinanti rovine.

nora-sardegna

Ulassai – Sardegna

Situato ad oltre 700 m s.l.m., il borgo di Ulassai è caratterizzato dai caratteristici massicci di roccia che lo circondano, denominati ”tacchi’, di origine calcarea che raggiungono altezze davvero vertiginose.

ulassai

Ulassai è la location ideale per trascorrere le giornate di Pasqua e Pasquetta alla scoperta di belle naturali di rara bellezza. In particolare, qui è possibile ammirare il Nuraghe s’Ulimu ed il Nuraghe Pranu, oltre che le Cascate di Lequarci e l’incantevole Grotta di Su Marmuri.

Quest’ultima è annoverata tra le cavità più imponenti d’Europa, è suddivisa in sale differenti tra loro ed al suo interno è possibile ammirare varie formazioni pisolitiche, dei laghetti sotterranei e la biodiversità della fauna della grotta.

ulassai-grotte

Galtellì – Sardegna

Galtellì, probabilmente già noto agli appassionati di letteratura in quanto ambientazione del romanzo “Canne al vento” di Grazia Deledda, è un borgo medievale della Baronìa che racchiude al suo interno tutto il fascino della Sardegna più autentica.

Oltre a far parte de “I borghi autentici d’Italia“, Galtellì ha anche ottenuto il riconoscimento di Bandiera Arancione da parte del TCI, sia per la natura circostante e sia per il centro storico ben conservato dove è anche possibile ammirare le architetture rurali di in tempo.

Nel cuore del paese sorgono bellissime chiese secolari come la Chiesa del Santissimo Crocifisso e la Chiesa di Santa Croce, inoltre meritano una visita anche il Museo Etnografico con i suoi reperti e testimonianze della vita contadina e quotidiana del luogo ed il parco Malicas, un’oasi verde che fa da sfondo ad un castello Novecentesco.

galtellì-castello

Borghi Sardegna: immagini e foto