Come organizzare una vacanza dopo il Coronavirus


Vacanze dopo l’emergenza coronavirus: dove andare e come organizzarla.

organizzare-vacanza


Organizzare una vacanza dopo il coronavirus: consigli, suggerimenti e dritte

Anche se le vacanze primaverili sono state obbligatoriamente cancellate, non è detto che si debba rinunciare a quelle estive.

Prima di organizzare una vacanza estiva, soprattutto in questo periodo buio in cui sta versando l’Italia e numerosi Paesi nel Mondo, bisogna seguire sia delle regole e sia dei consigli che vi aiuteranno a non incappare in spiacevoli equivoci.

Moltissime persone, a prescindere dall’insorgere dell’emergenza coronavirus, hanno la consuetudine di prenotare le proprie vacanze estive con largo anticipo sia in Italia che all’Estero per avere sconti particolari e per avere un’ampia scelta e disponibilità per quanto riguarda pacchetti turistici, hotel, villaggi e voli.


Leggi anche: Coronavirus consigli per viaggiare sicuri

C’è anche da dire che il settore turismo è stato letteralmente distrutto dall’epidemia e l’aumento dei contagi, le misure restrittive e, soprattutto, la paura stanno facendo impennare sempre di più le richieste di rimborso e le disdette.

Fino ad ora, secondo un’analisi di Confturismo-Confcommercio, in Italia sono previsti 31,625 milioni di turisti in meno, con una perdita di 7,4 miliardi di euro.

Organizzare una vacanza dopo l’emergenza coronavirus è semplicissimo in quanto bisogna sottoscrivere delle polizze di annullamento che riguardano una vacanza a 360° ovvero hotel, voli e pacchetti turistici.

viaggi-italia-org-2

Ovviamente si dovrà pagare qualcosa in più ma perdere meno o qualcosa rispetto a tutto è sempre meglio.

C’è anche da dire che la maggior parte dei tour operator a livello mondiale stanno optando per i cosiddetti voucher solidali ovvero prenotare una vacanza senza pagare la penale in caso di disdetta (alcuni scadono il 31 marzo ma di certo verranno rinnovati).

Anche Costa Crociere lancia promozioni aumentando la flessibilità in caso di cancellazione: “Voglia d’estate” che permette di prenotare una crociera in tariffa all-inclusive con la possibilità di disdire gratuitamente fino al 30 aprile e per tutte le prenotazioni consente di pagare una cabina esterna al prezzo dell’interna.

Ci sono poi offerte per i soci Costa Club e, in generale, una riduzione del tempo entro il quale bisogna disdire.

Tantissime promozioni arrivano anche da altre compagnie, come Royal Caribbean Group, che consente agli ospiti di Royal Caribbean International, Celebrity Cruises, Azamara e Silversea di annullare fino a 48 ore prima di salpare. E da AirEuropa, che pubblicizza la campagna “Liberissimo di cambiare” con spostamenti di «data gratuiti e sconti».

viaggi-italia-org

Dove andare in vacanza dopo l’emergenza coronavirus

Altro punto cruciale è quello della scelta della destinazione.

Anche se la situazione dovesse migliorare nei prossimi mesi non sono ipotizzabili vacanze o viaggi all’estero anche perchè la diffusione del COVID-19 è partita in tempi diversi nei vari Paesi del Mondo quindi non solo i rischi potrebbero essere tantissimi ma di sicuro ci saranno tantissime restrizioni di viaggio in questo caso.

Dove andare in vacanza dopo l’emergenza coronavirus?

Bisogna restare rigorosamente in Italia.

L’Italia è bella in ogni angolo e mai come ora bisogna far rinascere il Nostro amatissimo Bel Paese.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta