Cosa vedere e cosa fare a Donnas il borgo medievale famoso per il vino rosso DOC

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Donnas è un borgo medievale nato lungo la strada romana delle Gallie che preserva un particolare fascino ed è meta soprattutto degli appassionati di arrampicata sulla roccia grazie al suo Climbing Park Balteo inaugurato da poco meno di un anno.

donnas-valle-daosta
Donnas Valle d’Aosta (photo credit facebook Donnas Un Pays à Vivre)

Donnas Aosta: guida turistica

Donnas è un affascinante borgo medievale sito in Valle d’Aosta in provincia di Aosta. L’origine del suo nome ha due tesi: la prima vorrebbe che nascesse da una qualità di castagne; la seconda, e più probabile, fa risalire il toponimo a un prediale, “Donatis”. In epoca romana Augusto costruì una strada che collegava la Gallia con la Pianura Padana, questa passava per Donnas ed era chiamata la via delle Gallie. Ne esiste ancora attualmente un tratto ben conservato con il suo spettacolare arco.

Alla fine del XVII secolo era un centro economico molto importante sotto la guida dei Savoia e dei signori di Pont-Saint-Martin. Nonostante la posizione geografica Donnas ha un clima mite, per questo motivo viene appellata come la Nizza della Valle d’Aosta.

Il borgo medievale di Donnas è famoso a livello internazionale per la produzione dell’omonimo vino rosso, il primo in Valle d’Aosta ad ottenere la “Denominazione di Origine Controllata”.

Terrazzamenti della vite – Donnas
Terrazzamenti della vite

Donnas: luoghi di interesse ed attrazioni

La sede attuale del Comune di Donnas è uno dei simboli della cittadina denominata Villa Selve, che è stata fatta costruire dal commendator Selve: una palazzina di due piani con un terrazzo belvedere. Nella frazione di Tréby si trova l’antico edificio che ospitava la Confraternita dello Spirito Santo e la locale latteria sociale. Ora è sede dell’ecomuseo della latteria turnaria di Tréby.

Un altro luogo di particolare interesse e il Museo della vite e del vino, la viticultura, la produzione e commercializzazione di questo prodotto sono uno degli elementi più importanti per la valorizzazione di questo territorio. Una delle attività principali da svolgere a Donnas è senza alcun dubbio l’arrampicata sulla roccia grazie all’apertura del Climbing Park Balteo.

Molto bello e caratteristico è anche il centro storico con le sue finestre cinquecentesche, gli affreschi e l’elegantissimo Palazzo Enrielli risalente al XVII secolo.

donnas-centro-storico
Centro storico Donnas (photo credit facebook Sei di Donnas Se)

Ecomuseo della latteria turnaria di Tréby – Donnas

L’Ecomuseo della latteria turnaria di Tréby di Donnas è stato inaugurato nel 2003 e al suo interno ci sono le stesse attrezzature utilizzate dall’antica latteria per produrre il latte. Quest’ultima fu fondata nel 1897 e nel 1902 l’edificio fu acquistato dalla Confraternita dello Spirito Santo. La società si sciolse nel 1980. Ora il palazzo è di proprietà del Comune ed è visitabile la domenica, in settimana occorre prenotare presso il Municipio della città.

Non tutti sanno che al suo interno vi è un bellissimo affresco dell’Ultima Cena. Questo edificio è importante soprattutto per due fattori: il ruolo fondamentale dell’attività di volontariato della Confraternita dello Spirito Santo e dall’altro canto la forte presenza in passato dell’attività della latteria che tanto ha contribuito al sostentamento dell’intera comunità.

Ecomuseo della latteria turnaria di Tréby
Ecomuseo della latteria turnaria di Tréby (Photo Credit: Facebook Donnas Un Pays à Vivre)

Museo della Vite e del Vino – Donnas

La viticoltura di Donnas è stata definita “eroica”, data la pendenza del territorio infatti si è fatto ricorso ai lavori di terrazzamento, una tecnica usata appunto per rendere coltivabili terreni pendenti. Il Museo della vite e del vino si trova all’interno dell’asilo “Anna Caterina Selve”. Il commendator Federico Selve avviò i lavori in onore di sua madre per la popolazione del borgo.

Nel museo ci sono gli attrezzi usati un tempo ma utilizzati ancora al giorno d’oggi dai nomi spesso non traducibili perché sono in dialetto patois (valdostano). I visitatori potranno trovare oltre agli attrezzi e agli utensili per la lavorazione delle uve anche dei monitor touchscreen attraverso cui ammirare le tecniche di produzione dei pregiati vini locali.

Museo della vite e del vino
Museo della vite e del vino (Photo Credit: Facebook Valle D’Aosta)

Climbing Park Balteo – Donnas

Il pezzo forte di Donnas per gli appassionati di trekking e arrampicata sulla roccia è di sicuro il Climbing Park Balteo, inaugurato il 6 novembre 2021. Si tratta di un parco immerso nel verde formato da percorsi piuttosto semplici adatti per tutta la famiglia anche da chi esegue questo tipo di attività per la prima volta. Il parco dona infatti ai turisti la possibilità di percorrere una via ferrata e tre falesie a bassa quota. Quest’ultimo elemento è molto importante visto che consente di praticare il climbing anche in inverno.

Nella stagione fredda, quando è bel tempo, gli scalatori possono godere dell’arrampicata con scorci mozzafiato tra sentieri e terrazzamenti coltivati. Un paesaggio da sogno, un’atmosfera bucolica in cui tuffarsi per una vacanza all’insegna del divertimento e dello sport all’aria aperta in un luogo poco conosciuto dal turismo di massa. Un panorama unico nel suo genere da ammirare in compagnia dei propri cari.

La via ferrata delle Peredrette offre un dislivello di 250 metri. Nella parte finale si presenta anche un percorso dedicato a chi vuole fare un pieno di adrenalina. Tuttavia i meno avventurosi possono evitarlo tranquillamente. La prima falesia è quella del Masso di Reisen, la seconda è la Piramide di Pomerou e l’ultima è la Falesia delle Ciliegie. La scalata si presenta di bassa difficoltà tanto da consentire anche a chi non pratica climbing di mettersi alla prova con le proprie abilità.


Climbing Park Balteo
Climbing Park Balteo (Photo Credit: Facebook Giò Selvatik)

Passeggiate – Donnas

Durante il periodo estivo a Donnas è possibile fare piacevolissime e rilassanti passeggiate insieme a tutta la famiglia.

Quelle più belle, che consigliamo vivamente di non perdere, sono la passeggiata lungo il Torrente Fer e quella all’interno del Bosco di Cignas, luogo preferito da Camillo Benso Conte di Cavour dove ci sono anche aree attrezzate per pic nic.

donnas-tramonto
Tramonto a Donnas (photo credit facebook Sei di Donnas Se)

Donnas immagini e foto