Cosa vedere e cosa fare a Valmontone, la cittadina dello shopping e del divertimento

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Valmontone è un vivace comune a 35 km da Roma nella zona sud della capitale, noto soprattutto per la presenza del Rainbow MagicLand, il fantastico parco divertimenti con bellissime attrazioni per grandi e piccini.

Rainbow MagicLand – Valmontone
Rainbow MagicLand – Valmontone

Visitare Valmontone: guida turistica

La vivace città di Valmontone sorge a 330 metri sul livello del mare su un colle tufaceo ed è immersa nel verde delle colline molto vicina al fiume Sacco e a diverse sorgenti d’acqua. La denominazione attuale è stata documentata per la prima volta con uno scritto risalente al 1139 e significa “valle soprastata da un monte” perché appunto il centro si trovava su un monte alla cui base c’era una valle.

La città ha subìto un bombardamento massiccio durante la Seconda Guerra Mondiale tra il mese d’ottobre del 1944 e quello di maggio del 1945 tanto che nel 1960 è stata insignita con una medaglia d’argento al merito civile. Adesso Valmontone è un vivace centro che dista pochi chilometri dalla capitale.

È importante menzionare che in questo comune, considerato centro-laboratorio, operano costantemente i lavoratori del C.E.R.I. (Centro di ricerca, previsione, prevenzione e controllo rischi idrologici). Nel suo sottosuolo è infatti presente una gran quantità di falde e acque e di conseguenza sorgono molte sorgenti.

Rainbow MagicLand – Valmontone
Rainbow MagicLand – Valmontone

Valmontone: luoghi di interesse, attrazioni ed eventi

A proposito della potente distruzione durante il Secondo Conflitto Bellico Mondiale di cui si è accennato poc’anzi solo due sono gli edifici storici rimasti in piedi e non danneggiati del tutto: il Palazzo Doria Pamphilj e la Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta. Il primo è senza dubbio il simbolo di Valmontone, è situato nel centro storico della città e ospita un importante museo, il MAV, acronimo di Museo Archeologico di Valmontone. La chiesa, a pochi passi da Palazzo Doria, è stata realizzata da un allievo del Bernini, Mattia De Rossi, e risale al 1600.

Di sicuro interesse soprattutto per i piccoli della famiglia è il Rainbow MagicLand, il parco giochi a tema fantasy, meta di divertimenti in ogni periodo dell’anno, una tappa fissa se si visita Valmontone e anche se ci si trova a Roma, vista la vicinanza tra le due città. Gemellato con questo luogo magico è il grande Valmontone Outlet: i due distano tra loro poco più di 1 km.

Valmontone
Valmontone (Photo Credit: Facebook Frosinone Today)

Palazzo Doria Pamphilj e MAV – Valmontone

Il Palazzo Doria Pamphilj si trova nel centro storico di Valmontone e la sua costruzione risale al 1600. È un edificio alto trenta metri con ben 365 stanze e 4 piani. Ha anche ospitato durante gli anni Sessanta e Settanta gli sfollati della Seconda Guerra Mondiale. Adesso è sede del MAV, il museo archeologico di Valmontone. Il palazzo ospita diversi affreschi molto affascinanti che raccontano i quattro elementi: aria, terra, acqua e fuoco. Inoltre la sala principale del Palazzo Doria Pamphilj presenta affreschi anche sulle pareti.

Il MAV è suddiviso in due sezioni: un’artistica e l’altra archeologica. La prima è quella della sala principale con gli affreschi risalenti al periodo compreso tra il 1658 e il 1661 quindi alla pittura romana del Seicento a firma di Pier Francesco Mola, Gaspard Dughet, Guglielmo Cortese, Francesco Cozza e Mattia Preti.

Il pian terreno ospita mostre temporanee ed eventi culturali oltre a una sezione introduttiva al territorio e alla viabilità antica e contemporanea. Al primo piano è illustrato il territorio con la suddivisione tra Valle Latina e Valle di S. Ilario. Le quattro sale del secondo piano ospitano una rappresentazione di vari siti archeologici: le terme e la fornace di Colle Pelliccione, il villaggio di carbonai di Colle Carbone, l’insediamento e la necropoli di Colle dei Lepri la mansio.

Il MAV è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Si consiglia di prenotare nel weekend.

Palazzo Doria Pamphilj – Valmontone
Palazzo Doria Pamphilj – Valmontone (Photo Credits: Facebook Palazzo Doria Pamphilj Valmontone)

Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta – Valmontone

Prendendo a esempio la Chiesa di Sant’Agnese in Agone della capitale l’allievo del Bernini Mattia De Rossi realizzò la Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta tra il 1685 e il 1689, considerata il Duomo di Valmontone. Gli esterni sono poco decorati e presentano due torri campanarie gemelle mentre gli interni sono in stile barocco. È ubicata in pieno centro storico a pochi passi dal Palazzo Doria Pamphilj.

La chiesa ha otto cappelle. Accanto alla Fonte battesimale c’è il sepolcro con le spoglie del Cardinale Oreste Giorgi, restauratore della stessa Chiesa Collegiata. Protagonisti di questo edificio religioso sono anche alcune opere di grande importanza che risalgono al XVII-XVIII secolo tra cui quelle di Giacinto Brandi, del Padre gesuita Andrea Pozzi, di Giovanni Conca e di Lorenzo Gramiccia da Cave. C’è inoltre un’opera in legno di una Madonna con bambino del Pinturicchio.

Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta
Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta (Photo Credit: Facebook Collegiata Valmontone)

Rainbow MagicLand e Outlet Valmontone – Valmontone

Dopo un’intensa mattinata tra arte, storia e bellezze paesaggistiche è tempo di svago tra shopping all’Outlet Valmontone e divertimento per i più piccoli, e non solo, al Rainbow MagicLand. Il centro commerciale ha oltre 180 negozi di grandi marche con sconti dal 30 al 70% durante tutto l’anno. Oltre alle sue 36 attrazioni magiche il parco giochi a tema fantasy organizza anche giornate basate sulle festività come Halloween, Natale e Pasqua.

valmontone-outlet
Valmontone Outlet

Valmontone immagini e foto