Dove fare Forest Bathing in Italia: 6 percorsi benessere più incredibili e suggestivi

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Il “bagno di foresta” nasce in Giappone come pratica per alleviare lo stress e recuperare energia e benessere a contatto con la natura. Un’antica tradizione che ha preso piede anche nel resto del mondo. Vediamo dove fare Forest bathing in Italia.

Forest bathing in Italia
(ph credit Pixabay)

Cosa vuol dire Forest Bathing

Forest Bathing (Bagni di Foresta) è una delle nuove tendenze del momento ed è una cosiddetta “pratica benessere” nata nel 1982 in Giappone (shinrin-yoku) basata esclusivamente sulla natura. Il principio cardine di questa pratica è quello di migliorare la capacità dell’essere umano ad adattarsi al cambiamento supportando una qualità di vita decisamente migliore e, ovviamente, più salutare; in poche parole è in grado di ridurre la pressione sanguigna, lo stress, la frequenza cardiaca, la depressione ed è in grado di stimolare anche il sistema immunitario.

Per fare questa esperienza totalmente immersiva e rigenerante basta semplicemente trovare un luogo alberato e poco affollato e ma in Italia esistono dei percorsi appositi per il Forest Bathing e vediamo quali sono, secondo un nostro punto di vista, i migliori.

forest-Bathing
(ph credit Pixabay)

Oasi Zegna – Piemonte

L’Oasi Zegna in Piemonte è una delle migliori location dove praticare Forest Bathing.

All’interno dell’Oasi Zegna, situata a Bielmonte in provincia di Biella, si trova il “Bosco del Sorriso”che offre un’esperienza antistress tra faggi, abeti e betulle.

Si tratta di un percorso ad anello di quasi 5 km realizzato tenendo conto dei principi del “Bioenergetic Landscape”, lo studio dei campi elettromagnetici emessi dalle piante per creare aree di benessere per l’organismo.

oasi-zegna
(ph credit Federicoamato73, Wikimedia Commons)

Bosco Fai della Paganella – Trentino Alto Adige

Situato in Trentino Alto Adige, il Bosco Fai della Paganella custodisce, preziosamente, il Parco del Respiro, luogo di rara bellezza che domina la Valle dell’Adige.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

All’interno del Parco del Respiro, tra i faggi si snodano ben 4 sentieri per un’immersione simbiotica nella natura e sono il Sentiero dell’Otto, il Sentiero dei Belvedere, il Sentiero dei Reti ed il Sentiero Acqua e Faggi.

bosco-fai-paganella
(ph credit Pixabay)

Valli del Natisone – Friuli Venezia Giulia

Nelle Valli del Natisone, in provincia di Udine, troviamo un vero centro “forest therapy” realizzato con la consulenza di medici e ricercatori e comprende anche percorsi che affiancano i fiumi della valle.

All’interno di queste magnifiche valli, gli alberi, nel giro di sole due ore, sono in grado di produrre benefici sia psicologici che fisiologici a dir poco notevoli e i cosiddetti “aerosol forestali” si concentrano in momenti e luoghi precisi della giornata.

valli-del-natisone
(ph credit Naturpuur, Wikimedia Commons)

Parco della Maremma – Toscana

All’interno della Parco della Maremma Toscana tra antichi faggeti, una lussureggiante macchia mediterranea e boschi selvaggi ed incontaminati oltre al Forest Bathing è possibile anche fare esperienze “Mindful” (pratiche di meditazione), “Olismo” e “Trekk” (trekking).

Qui si snoda un sentiero delle meraviglie che parte dal Alberese e raggiunge la Torre di Collelungo e la spiaggia e il livello di difficoltà e medio basso.

parco-della-maremma
(ph credit Francesco Mocellin, Wikimedia Commons)

Riserva MAB – Molise

Nel cuore dell’Appennino Molisano si trova la fantastica Riserva Statale Naturale di Collemeluccio-Montedimezzo che si estende su ben 7 comuni ed ha davvero dell’incredibile.

Questa oasi naturalistica delle meraviglie è stata dichiarata MAB (Riserva Unesco Man And Biosphere) ed il luogo migliore dove praticare Forest Bathing è la zona di Montedimezzo dove le acque del Torrente Salcitaro edi il Fiume Trigno regalano paesaggi mozzafiato.

riserva-mab
(ph credit Pixabay)

Wood Walks – Abruzzo

All’interno delle meraviglie del Parco Nazionale dell’Abruzzo è possibile fare escursioni e passeggiate di tutto rispetto che sono chiamate “Wood Walks”.

Qui si può praticare Forest Bathing, praticamente in ogni dove e in relazione al livello di difficoltà, e, oltre ai profumi della natura, è possibile conoscere le abitudini degli abitanti del parco come lupi, orsi marsicani, caprioli e volpi.

Un “itinerario Forest Bathing” che consigliamo vivamente è quello che parte dal Passo di Forca d’Acero a 1530 metri sopra il livello del mare ed arriva al Santuario di Monte tranquillo a quota 1673 metri.

parco-nazionale-abruzzo
(ph credit Pixabay)

Forest Bathing Italia: immagini e foto