Vacanze invernali a Colmar: cosa vedere e cosa fare nella “piccola Venezia delle Alpi francesi”

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Un centro storico con caratteristici edifici dalle facciate a graticci, balconi fioriti sui canali d’acqua, atmosfere romantiche, arte e cultura. In questa guida scopriremo cosa fare e cosa vedere a Colmar, splendida città alsaziana nel dipartimento dell’Alto Reno francese. 

visitare colmar
Colmar “La Piccola Venezia” (photo credit pagina Facebook Colmar Tourisme)

Colmar: guida turistica

Posta a pochi chilometri dal confine con la Germania, Colmar mantiene una duplice anima, francese e tedesca. Una vacanza a Colmar significa immergersi in atmosfere e paesaggi che rimandano a scenari fiabeschi di un tempo lontano: vette innevate, vallate verdeggianti, castelli medievali e ampie colline di vigneti.

Colmar è una cittadina medievale, ribattezzata la “piccola Venezia” per la presenza dei suoi canali d’acqua su cui affacciano pittoresche case con le facciate a graticci tipiche dell’Alsazia e balconi fioriti. Il centro storico è percorso da stradine acciottolare, vicoli caratteristici dall’atmosfera romantica, vivaci piazze dove si svolge la vita culturale di Colmar, ricca di tradizioni ed eventi.

_colmar guida turistica
Colmar a Natale (photo credit Pixabay)

Colmar: la storia

Nell’823 appare la prima citazione di Colmar, dal latino Colombarium, in un atto di donazione dall’imperatore Ludovico il Pio, figlio di Carlo Magno. All’epoca l’insediamento si caratterizzava per grandi edifici in legno, fienili e stalle.  Gli scavi archeologici nella chiesa di San Martino hanno rivelato che Colmar possedeva già la sua chiesa intorno all’anno Mille.  Nel 1106 la città fu devastata da un incendio, ma fu ricostruita e continuò a svilupparsi durante il Medioevo fino a diventare Città Imperiale nel XIII secolo sotto Federico II di Hohenstaufen.

A quel tempo gli ordini religiosi si stabilirono in città. Francescani, Domenicani e Agostiniani eressero i loro edifici e oggi restano numerose chiese ed edifici conventuali nel centro storico. La città divenne francese nel 1648 a seguito del Trattato di Vestfalia. A parte un periodo in cui Colmar fu annessa alla Germania alla fine dell’Ottocento, la città rimase francese fino al 1940 con l’annessione dell’Alsazia al Terzo Reich durante la Seconda guerra mondiale. Il 2 febbraio 1945, Colmar fu l’ultima città alsaziana a essere liberata dall’occupazione tedesca.

_colmar cosa vedere
Colmar città vecchia (photo credit Colmar Tourisme)

Colmar: attrazioni e luoghi di interesse

Città natale di Auguste Bartholdi, creatore della Statua della Libertà, Colmar è un’incredibile città d’arte e di storia. Moltissime sono le attrazioni da vedere e visitare: dalle grandi case a graticci caratterizzate da architetture e decorazioni sempre diverse ai preziosi edifici religiosi fino alle sontuose case borghesi e i palazzi nobiliari che si affacciano sul fiume Lauch e sui suoi canali.

Dopo questa breve introduzione, andiamo ora a scoprire nel dettaglio cosa fare e cosa vedere a Colmar, le attrazioni e i luoghi di interesse da non perdere per nessun motivo.

cosa vedere colmar (1)
Colmar cattedrale di San Martino (photo credit Wanoo photography)

Centro storico e Cattedrale di San Martino – Colmar

Il centro storico di Colmar è un complesso urbanistico medievale perfettamente conservato, un centro caratterizzato dall’architettura a graticcio alsaziana con molti edifici in legno e facciate colorate. Il centro storico è l’ideale per perdersi tra le sue stradine e respirare un’atmosfera medievale che pare essersi fermata nel tempo. Da vedere la Vecchia Dogana o Koïfhus, un caratteristico e storico edificio situato al numero 29 della Grand’Rue, la Piccola Venezia, il quartiere dei Tanneurs, la fontana Schwendi, la piazza della Montagna Verde e la chiesa dei Domenicani.

Potrebbe interessarti Dove andare a Natale

La Cattedrale di San Martino è l’edificio religioso più importante della città e rappresenta uno dei più pregevoli esempi dell’architettura gotica dell’Alsazia. La struttura originaria risale all’anno Mille in stile tardo-carolingio sul cui impianto venne poi edificata una chiesa in stile romanico. Papa Gregorio IX nel 1237 intraprese la costruzione di un nuovo e più ampio edificio in stile gotico, quello che appare attualmente, con uno splendido portale d’accesso e un interno con alte volte a crociera.

cattedrale di san martino colmar
Cattedrale di San Martino (photo credit Colmar tourisme)

La Piccola Venezia e i palazzi – Colmar

La “Piccola Venezia” è una parte della città situata alle porte del centro storico di Colmar. Questo nome deriva dall’originario allineamento delle case su entrambi i lati del fiume. Il quartiere inizia dietro il Koïffhus, passa dalla pittoresca banchina dei Pescivendoli, per raggiungere i ponti Turenne e Saint-Pierre nel Krutenau, nome con cui si indicano gli orti alla periferia delle città, originariamente abitato da una comunità rurale di viticoltori, orticoltori e barcaioli e dove oggi si possono prenotare romantiche gite in barca.

Casa Pfister, in Rue des Marchands, è un iconico edificio di Colmar del 1537 con due belle facciate ad angolo ornate di affreschi e balconate in legno, primo esempio di rinascimento architettonico in città nonostante mantenga numerose caratteristiche medievali. Il Koïfhus o l’ex dogana si trova tra la Grand’Rue e rue des Marchands, due delle strade principali della città medievale. Si tratta del più antico edificio pubblico cittadino. Da non perdere la seicentesca Maison des Têtes, caratteristico e storico edificio in Rue des Têtes, in stile rinascimentale con facciata adornata da 106 piccole teste scolpite che le hanno meritato il nome.

Casa Pfister
Casa Pfister (photo credit Colmar tourisme)

Musei – Colmar

Il museo Unterlinden, situato in un ex convento del XIII secolo, è collegato da una galleria sotterranea a un nuovo spazio espositivo e alle antiche terme e conserva collezioni di archeologia, arte antica, arti decorative, arte moderna e contemporanea. Il Villaggio di Hansi e il suo museo conserva una superba piazza del tipico villaggio alsaziano e le opere dell’artista Hansi. Il Museo del Cioccolato permette una visita interattiva e immersiva con tour e degustazioni.

Il Museo del Giocattolo presenta una collezione di giocattoli dal XIX secolo ai giorni nostri, lungo un percorso tematico con vecchi orsetti, le prime Barbie, videogiochi, Playmobil, modellini in scala, robot, trenini, giocattoli da tutto il mondo. Il Museo Bartholdi, ospitato nella sua casa natale, conserva i materiali preparatori del lavoro come progettista della Statua della Libertà e le sue sculture, disegni, dipinti, incisioni, collezioni e opere d’arte. Sempre a proposito di Bartholdi, all’ingresso settentrionale di Colmar è posta la copia alta 12 metri della celebre Statua della Libertà.

museo Unterlinden
Museo Unterlinden (photo credit Colmar tourisme)

Quartiere dei Conciatori e Mercato coperto – Colmar

Il quartiere dei Conciatori comprende Rue des Tanneurs e rappresenta una delle zone più caratteristiche di Colmar per il gran numero di case a graticcio risalenti al XVII e XVIII secolo e i romantici canali. Nelle sue viuzze strette lavorava la corporazione dei conciatori che utilizzavano i piani terra delle case come laboratori. Tra gli edifici da segnalare per le stupende facciate la Sala del Mercato, il Palazzo di Giustizia e l’Hotel des Chevaliers de St. Jean in stile veneziano.

Per immergersi nell’enogastronomia e nel novero dei prodotti locali di Colmar merita una visita il mercato coperto, un imponente edificio in ferro e ghisa risalente al 1865, affacciato sul fiume Lauch in Rue des Écoles. Infatti, da martedì a domenica, qui potete acquistare e degustare specialità della città e dell’Alsazia come fois gras, formaggi, salumi, birre artigianali.

Quartiere dei Conciatori
Quartiere dei Conciatori (photo credit Colmar tourisme)

Mercatini di Natale – Colmar

A novembre e dicembre di ogni anno il centro storico di Colmar si trasforma in un villaggio natalizio grazie ai suoi sei mercatini di Natale che si snodano lungo le vie e le piazze della città vecchia. Si tratta di un evento che richiama visitatori da tutta Europa grazie all’atmosfera magica e le tante possibilità di shopping con idee regalo artigianali e caratteristiche.

I mercatini di Natale di Colamar sono: il Mercatino di Natale in Place des Dominicains con  60 chalet di legno disposti ai piedi della chiesa; il Mercatino di Natale in Place de l’Ancienne Douane con 50 piccole casette di legno attorno alla fontana Schwendi. Il Mercatino di Natale di Place Jeanne d’Arc che ricrea il villaggio tradizionale alsaziano con le sue case natalizie e le caprette; il Mercatino di Natale dei bambini nella Petite Venice con numerose attrazioni a loro dedicate, il Mercatino di Natale al coperto nel Koïfhus con gli artigiani locali e infine il Marché gourmand in Place de la Cathédrale con le specialità tipiche dell’Alsazia.

Mercatini di Natale di Colmar
Mercatini di Natale di Colmar (photo credit Colmar tourisme)

Escursioni a Colmar: la strada del vino di Eguisheim

A pochissimi chilometri a sud di Colmar si trova il paese di Eguisheim, il luogo ideale per un’escursione tra i vigneti alla scoperta delle zone di produzione di alcuni dei vini più rinomati e pregiati della Francia e di tutta l’Europa. La strada del vino di Eguisheim vi introdurrà ai sette vitigni alsaziani grazie ai pannelli informativi (in francese e tedesco) esposti per tutta la lunghezza del percorso.

Il punto di partenza si trova accanto al campeggio, a ovest del paese, dove è situato un segnavia da cui parte il sentiero ad anello che in 5 km vi porterà alla scoperta dei vigneti, incrociando più volte la famosa Strada del Vino dell’Alsazia. La strada del vino di Eguisheim è semplice da affrontare e adatta a tutti.

Colmar Strada del Vino
Strada del vino dell’Alsazia (photo credit Pixabay)

Colmar immagini e foto